“Questione di genere”, al via la 4° edizione della rassegna LGBT

Film, documentari, cortometraggi e incontri a tematica LGBT (lesbian, gay, bisexual and transgender): la quarta edizione della rassegna cinematografica “Questione di genere”, organizzata da Università degli Studi di Parma, Comune di Parma e Solares Fondazione delle Arti e patrocinata da Onig (Osservatorio Nazionale Identità di Genere), Arcigay e MIT (Movimento Identità Transessuale), prevede un articolato programma di appuntamenti che, dal 27 ottobre al 3 dicembre, si terranno al cinema Edison.

Tutti i film in programma sono prime visioni che arrivano da grandi festival internazionali, proposte in versione originale con sottotitoli e affiancate da momenti di incontro e riflessione.

Un invito per il vero cinema libero e una rassegna il più possibile inclusiva, che faccia incontrare tante fasce diverse di pubblico e presenti opere non ideologiche o obbligatoriamente drammatiche, ma vive, originali e coinvolgenti.

“Si tratta di una rassegna di qualità – ha esordito la Vicesindaco Nicoletta Paci – che sosteniamo nella convinzione della sua utilità per riflettere e confrontarsi sulle tematiche attuali e sentite riguardanti le identità di genere”.

“Tutti i film scelti – ha detto Michele Guerra, dell’Università di Parma – sono prime visioni da non perdere: la rassegna quindi offrirà anche la possibilità di scoprire pellicole non ancora proiettate”.

“Perno fondamentale della rassegna – ha sottolineato Olindo Rampin, di Solares Fondazione delle Arti – è il tema dei diritti, per questo è importante sia rivolta a fasce di pubblico più ampie possibili”.

L’attenzione di “Questione di Genere” è sempre puntata a conoscere e comprendere le possibili espressioni dell’identità di genere, sia nel contesto italiano che in quello straniero, fugando i pregiudizi e riportando l’attenzione su un dibattito sempre più necessario sul tema dei diritti delle coppie omosessuali.

“L’obiettivo – ha spiegato Valentina Moglia, psicologa e membro ONIG (Osservatorio Nazionale Identità di Genere) – è informare e sensibilizzare le persone per superare le etichette e i luoghi comuni riguardanti le identità di genere e gli orientamenti sessuali e fare chiarezza anche sul linguaggio legato a queste tematiche”.

È la prima iniziativa che si colloca all’interno di un accordo di collaborazione promosso dall’Università degli Studi di Parma, nell’interesse del Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni nel lavoro di Ateneo, assieme al Comune di Parma nell’interesse dell’Assessorato alle Pari Opportunità e a Solares Fondazione Delle Arti, per la realizzazione di progetti e eventi culturali volti a promuovere l’uguaglianza di genere, il benessere lavorativo e a rimuovere le discriminazioni.

PROGRAMMA

27/10 ARIANNA di Carlo Lavagna – Sarà presente il regista

Arianna ha diciannove anni, ma non è ancora donna. All’inizio dell’estate ritrova antiche memorie, comincia a indagare sul proprio corpo e sul proprio passato; l’incontro con la giovane cugina Celeste,la spinge a confrontarsi definitivamente con la sua vera natura.

Una delle sorprese dell’ultima Mostra di Venezia. Serata organizzata in collaborazione della FICE Emilia Romagna nell’ambito della rassegna del nuovo cinema italiano “Riusciranno i nostri eroi”.

29/10 GARDENIA di Thomas Wallern

Trasposizione dello spettacolo teatrale che ha per protagonisti transgender e dragqueen dai cinquantotto ai sessantasette anni, chiamati ad interpretare se stessi dal coreografo Alan Platel.

Film vincitore del Torino Gay & Lesbian Film Festival. Serata in collaborazione con ARCI Gay La gioconda. La proiezione sarà presentata da Alberto Nicolini.

5/11 TOM À LA FERME di Xavier Dolan

Tom, un giovane copywriter, si reca in campagna per partecipare al funerale di quello che era stato il suo grande amore, Guillaume. Qui rimane scioccato nello scoprire che nessuno sappia di lui e dell’omosessualità di Guillaume, ad eccezione del fratello di quest’ultimo, Francis, che gli impone violentemente il silenzio, e che suscita in Tom una strana attrazione.

Capolavoro rimasto inedito in Italia di Xavier Dolan, regista di “Mommy”. Anche qui un adattamento teatrale dalla pièce canadese, ma con l’aggiunta di una trascinante potenza visiva. Unica occasione per vederlo sul grande schermo. La proiezione fa parte della retrospettiva integrale che Edison dedica a Xavier Dolan.

12/11 WELCOME HOME di Silvia Maggi

STONEWALL di Francesco Scarponi

PRIMA DI MORIRE LO VOGLIO di Valeria Savazzi – Sarà presente l’autrice

“Welcome Home” è un documentario che guarda alla comunità/residenza Lebensort Vielfalt come un esempio di cura e supporto tra anziani.La regista Silvia Maggi e la ricercatrice Silvia Radicioni hanno filmato la vita quotidiana e intervistato le persone che vivono nella residenza, i loro amici e i coordinatori del progetto. Per molti anziani LGBT ritirarsi in una casa di riposo significa tornare a essere invisibile, a subire discriminazione. Non hanno, inoltre, l’appoggio della famiglia tradizionale e vivere a casa da soli significa invecchiare in solitudine e in angoscia.

“Stonewall” è un cortometraggio d’animazione che ripercorre i moti di Stonewall, prima storica rivolta di strada della comunità gay americana, a New York il 27 giugno 1969.

“Prima di morire lo voglio” è una raccolta di interviste d’opinione realizzate da ragazzi di Parma sul tema dei diritti e del riconoscimento del matrimonio omosessuale.

19/11 REGARDING SUSAN SONTAG di Nancy Kates

La vita, gli amori, il pensiero e le lotte dell’autrice americana, icona letteraria, politica e femminista della sua generazione, ad oltre dieci anni dalla sua scomparsa (1933-2004). Documentario pluripremiato a livello internazionale, prodotto dalla rete televisiva americana HBO. La serata rientra nelle celebrazioni per il 25 novembre data della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, in collaborazione con “Immaginaria. Festival Internazionale del Cinema delle Donne Ribelli Lesbiche Eccentriche”

26/11 UNA NOBILE RIVOLUZIONE di Simone Cangelosi

Documentario sulla vita di Marcella Di Folco, leader del movimento LGBT italiano, scomparsa nel settembre 2010. Marcella ha avuto molte vite, una maschile e una femminile, una da Cerbero del Piper negli anni ‘60, una da caratterista del cinema italiano per i più grandi maestri del nostro cinema, Fellini in primis, e poi una vita da leader politica, prima transessuale al mondo ad essere eletta ad una carica pubblica e simbolo delle lotte per i diritti civili in Italia e all’estero.

La proiezione sarà presentata da Porpora Marcasciano, presidente del Movimento Identità Transessuale (MIT).

3/12 HOJE EU QUERO VOLTAR SIZINHO (The Way He Looks) di Daniel Ribeiro

Leonardo è un adolescente cieco che vive serenamente la propria disabilità, cercando spazi di autonomia dai genitori molto protettivi. La sua vita quotidiana, il rapporto con la migliore amica Giovana e il modo in cui vede il mondo cambieranno con l’arrivo di Gabriel, un nuovo compagno di scuola con il quale sorgerà subito una complicità speciale.

Film rivelazione della Berlinale 2014 e da allora miglior film a tematica LGBT delle ultime stagioni per il numero di premi che ha raccolto in tutto il mondo. Finalmente proiettato anche in Italia.

Orario proiezioni: 21.15

Tutti i film sono in prima visione, in versione originale con i sottotitoli in italiano

Ingresso 5€, studenti universitari 3€