Ultime notizie

Pagliari, Maestri e Romanini (PD): “Soppressi gli Intercity dei pendolari, ma Trenitalia ci ha rassicurato”

Per i pendolari che ogni giorno affollavano l’Intercity 583 potrebbe esserci una nuova speranza. La soppressione decisa da Trenitalia potrebbe infatti non essere definitiva. A dirlo rispondendo ai parlamentari parmigiani Giorgio Pagliari, Patrizia Maestri e Giuseppe Romanini è stato l’amministratore delegato di Trenitalia Barbara Morgante.

“La quasi totalità dei servizi Intercity è inserita nel Contratti di Servizio stipulato tra Trenitalia e lo Stato – afferma infatti in una missiva – La caratteristica dei treni oggetto del suddetto Contratto è quella di non essere economicamente sostenibili da parte di Trenitalia e, quindi, lo Stato eroga corrispettivi in coerenza con quanto stabilito nel relativo Piano economico-finanziario, inserito anch’esso nel contratto. Fanno eccezione solo cinque coppie di IC – tra cui il 583 e il 590 – che vengono tuttora effettuati in regime di mercato da Trenitalia. Questi ultimi treni registrano oramai da anni perdite economiche estremamente rilevanti (che ammontano a diversi milioni di euro) e, pertanto, la nostra Azienda, non potendo continuare a sostenere l’onere, ne ha previsto la soppressione a partire dal 2017. In considerazione, comunque, della funzione prevalente dei suddetti collegamenti, rivolta al traffico pendolare, si sta lavorando con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, sensibile al problema, per l’inserimento anche di questi dieci IC nel nuovo Contratto di Servizio 2017 – 2026, in fase di definizione finale in queste ore”.

“Si tratta di una notizia importante, ma non abbassiamo la guardia – affermano i parlamentari Pagliari, Maestri e Romanini – Attendiamo infatti di conoscere il contenuto del nuovo Contratto di Servizio, e soprattutto di verificare se e quando i treni in questione saranno ripristinati. Si tratta di servizi indispensabili per tanti pendolari che percorrono la tratta Piacenza Bologna e non solo. Senza questi due treni, infatti, rimarrebbe scoperta la fascia oraria 7:58 – 8:30, ovviamente fondamentale per chi deve raggiungere il posto di lavoro. Auspichiamo dunque che la soluzione sia rapida e si possa giungere ad una effettiva risposta in tempi brevi”.

Banca di Parma
Only Creative Commons


WARNING: All images from Google Images (http://www.google.com/images) have reserved rights, so don't use images without license! Author of plugin are not liable for any damages arising from its use.
Title
Caption
File name
Size
Alignment
Link to
  Open new windows
  Rel nofollow