“Extraterrestri: contatto in atto”, domenica convegno a Moletolo

Il Circolo Culturale La Terra di Merlino di Salina di Viadana in collaborazione con Rossana Fumarola organizza domenica 19 marzo, a Parma, un Convegno dal tema “Extraterrestri: contatto in atto”. La sede dell’evento sarà la Sala Coni in via Luigi Anedda 5/A – zona Moletolo.
Tre relatori, Carlo Di Litta, Alessandra Sambrotta e Marina Tempini a confronto su un tema di estrema attualità: noi e gli extraterrestri.
«Dovremo abituarci a convivere con presenze aliene, dal dopoguerra ad oggi ci sono stati tanti episodi che testimoniano come l’uomo non sia l’unico a popolare la Terra».
«L’Area 51 è off limits, di sicuro là sono conservate presenze aliene. Tanti, troppi misteri. E non si capisce perché tutti coloro che per lavoro, dagli astronauti ai generali, hanno avuto a che fare con l’Area 51 e inchieste federali dedicate agli Ufo, nel corso degli anni non hanno mai avuto la possibilità di parlarne liberamente. Non c’è nulla da temere, ma bisogna cominciare a convivere con le presenze aliene e, in tale maniera, catalogare fenomeni che od oggi l’uomo non sa spiegare».
“Cosa nascondono i nostri governi? Scie Chimiche, haarp, ufo, ebani, codice alieno”.
Carlo Di Litta, ricercatore e reporter indipendente nel campo ufologico e delle realtà extraterrestri, fornirà durante il convegno, le prove, con testimonianze personali, documenti fotografici e studi di ricerca dell’esistenza degli Ufo/Alieni. L’Italia è Terra di Ufo, sono sempre più frequenti gli avvistamenti. Ci sono Ufo nei cieli italiani. Dal 1947 ad oggi, sarebbero centinaia di migliaia quelli riconosciuti come tali, ossia ritenuti reali e non solo la pallida fantasia di chi cerca notorietà.
Alessandra Sambrotta, autrice del libro“Erks, le Luci dell’Anima: Una Storia Vera”, racconterà la sua personale esperienza ad Erks (in Argentina) durante un viaggio iniziatico.
Erks è una città dimensionale ed extraterrestre che si trova geograficamente nel bel mezzo dell’Argentina, precisamente nella provincia di Cordoba, invisibile per i profani e visibile per tutti coloro che vi si recano con cuore puro e senza preconcetti.
Nelle vie di questa cittadina di provincia, si respira un’aria diversa, come se tutto fosse avvolto in un alone di mistero, e non sarebbe strano incrociare un Anunnaki in persona che passeggia tranquillamente per le strade cittadine, ma è chiaro che per riconoscerlo è necessario avere il terzo occhio sviluppato. E di notte il mistero si infittisce, perché recandosi in alcuni siti nei dintorni è possibile vedere “cose strane e inusuali” nei cieli trapuntati di stelle, come scie luminose o strane luci che viaggiano muovendosi intelligentemente, spostandosi sopra le vicine montagne, scomparendo ed apparendo e creando simboli strani come a volerci comunicare qualcosa.
Marina Tempini, esperta in teosofia, dal 2003, dopo un’esperienza spirituale in Messico, è divenuta capace di comunicare con “Guide di Luce”. Marina interverrà sul “Linguaggio adamico degli Dei Extraterrestri”. La lingua adamica, ora sconosciuta, era superiore a qualsiasi altra lingua attualmente in uso. E condurrà un workshop, una meditazione dinamica guidata.

Locandina

E’ consigliata la prenotazione – Ingresso € 15,00 più € 5,00 per chi desidera fermarsi per il workshop. Per informazioni e prenotazioni – Rossana 338 6176296 o Cristiana 339 3224912