Loc. Filagni, ritrovato senza vita il bolognese Gianni Scanabissi

E’ stato ritrovato dai volontari di Protezione Civile del gruppo Cinofilo “Il Branco”, putroppo senza vita, il corpo di Gianni Scanabissi, il settantaduenne bolognese che dallo scorso 6 luglio era scomparso in Valtaro, mentre si recava a bordo della propria automobile a Borgo Val di Taro (Pr), dove la compagna aveva un’abitazione di villeggiatura.
Dell’uomo, non si avevano più notizie dalla mattinata di giovedì 6 luglio quando, partito con la propria auto da Bologna si è recato insieme alla compagna (anch’essa al volante della propria vettura) nella località dell’appennino parmense. La donna, non vedendo arrivare il compagno dopo averne perso le tracce in autostrada, ha così dato l’allarme ai Carabinieri di Borgotaro, facendo scattare la macchina dei soccorsi.
Il giorno seguente, le ricerche si sono concentrate nella zona di Berceto, dove la cella telefonica aveva agganciato il numero di cellulare dell’uomo per un’ultima volta. I tecnici del Soccorso Alpino Emilia Romagna di Parma e della Romagna (presenti in Val d’Aveto per una esercitazione insieme ai colleghi liguri e chiamati a dar forte ai colleghi emiliani), hanno iniziato a perlustrare le strade asfaltate del Comune di Berceto e Valmozzola, alla ricerca dell’autovettura.
Le ricerche sono poi proseguite sabato 8 e domenica 9 luglio, ma nemmeno l’impiego di altre squadre del SAER, dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e delle pattuglie dell’Arma – che hanno coordinato le operazioni di ricerca – hanno dato gli esiti sperati. Nella mattina di sabato, un tecnico del Soccorso Alpino è stato imbarcato a bordo di un elicottero AB212 della Polizia di Stato, proveniente da Bologna, scandagliando dall’alto strade e prati tra i comuni di Corniglio, Berceto, Borgotaro e Pontremoli (Ms).
Nella giornata di domenica, le ricerche condotte da Soccorso Alpino e Protezione Civile hanno invece interessato i comuni di Albareto e Beodonia, fino ai valichi appenninici che li separano da Liguria e Toscana. Le ricerche, sono poi riprese nella mattina di giovedì 13 luglio, questa volta perlustrando carraie, strade sterrate e pendii boscosi. Putroppo, nel primo pomeriggio, i volontari di Protezione Civile hanno ritrovato l’uomo – putroppo senza vita – a bordo della propria auto non distante dalla Località Filagni, nel comune di Valmozzola. La salma del settantaduenne è ora a disposizione delle autorità per gli adempimenti di legge.