Linea APERìt di Parma Is: arrivano le salse crude

Si arricchisce di nuove referenze la gamma APERìt di Parma Is, azienda di gastronomia che opera nella Food Valley emiliana: entrano infatti a far parte della linea di prodotti pensati come appetizer e stuzzichini per il momento dell’happy hour tre salse crude, il Guacamole di avocado, il Pico de Gallo e l’Hummus.

È la prima volta che Parma Is propone sul mercato specialità internazionali. A spiegare le motivazioni di questa scelta è il CEO Giulio Gherri: «”Il punto di forza di Parma Is è la ricerca continua di novità: puntiamo su nicchie di mercato molto specifiche, con l’obiettivo di intercettare il target dei consumatori evoluti e alto-spendenti. Siamo partiti da un’analisi di mercato: secondo gli ultimi dati disponibili sul tema – elaborazione Rapporto Coop 2015 su dati Nielsen -, se si considera il canale GDO, il cibo etnico ha raggiunto un fatturato di 160 milioni di euro, con una crescita del 18,6% in soli 12 mesi.

I consumatori sono principalmente italiani, a cui si affiancano gli stranieri che vivono nel nostro Paese. Per avere un termine di paragone, le vendite al dettaglio dei prodotti alimentari a maggio 2017 hanno fatto registrare una diminuzione dell’1% in volume e una crescita dell’1,1% a valore rispetto a maggio 2016: la fonte è Istat. Di qui la scelta di differenziare la nostra offerta, affiancando a prodotti gastronomici italiani, come i panini freschi e le piadine della linea Il Pagnotto, salse crude mutuate da altre tradizioni culinarie, in particolare quella messicana”.

Guacamole di avocado, Pico de Gallo e Hummus sono prodotti che si sposano bene con lo spirito dell’aperitivo: possono accompagnare torte salate, essere spalmati su pane e focacce o utilizzati in abbinamento a verdure crude.

Eccellenti per qualità delle materie prime, le salse crude della linea APERìt di Parma Is si distinguono da analoghi prodotti dei competitor per il fatto di aver subito il trattamento ad alte pressioni: questo processo, molto comune negli Stati Uniti, sottopone gli alimenti a pressioni fino a 6.000 bar, inattivando i microrganismi in essi presenti. I vantaggi che ne derivano sono significativi sia per il consumatore finale che per il retailer.

Nel caso dei primi, una salsa cruda trattata con le alte pressioni si distingue per freschezza e naturalità: il processo di lavorazione e conservazione è infatti a freddo e quindi preserva le caratteristiche organolettiche e le proprietà nutritive delle salse. Al contempo, il prodotto – proprio perché le alte pressioni lo preservano da contaminazioni batteriche – rappresenta il massimo in materia di sicurezza alimentare.

Per il retailer, quindi le salse crude Parma Is sono una referenza ideale in termini di brand protection. Non solo: hanno una vita commerciale più lunga, che arriva a 25 giorni.

“Il trattamento delle salse crude con le alte pressioni viene effettuato nel Parmense – spiega Giulio Gherri -. Ci affidiamo agli specialisti di HPP Italia, che possono vantare una partnership tecnologica esclusiva con la statunitense Avure Technologies, leader mondiale nel settore, e che dispongono di uno dei più grandi e sofisticati impianti operativi a livello europeo, con una capacità di 350 litri”.