Settembre a tutto food alla Rocca Sanvitale di Fontanellato

Dietro ad un piatto di cibo fumante, c’è sempre una storia. Quella di un territorio con i suoi prodotti tipici. Quella di un ricettario antico, magari rivisitato in chiave moderna, quella di antiche cucine che sfrigolano dove oggi chef e cuoche preparano prelibatezze da acquolina in bocca. Quella di una persona, diventata poi un personaggio di Storia.

Nel 2017, in Rocca Sanvitale a Fontanellato si va “A cena…con la Storia”: si tratta di un ciclo di serate in Castello dove i partecipanti – dopo la visita guidata al maniero accompagnati da un personaggio in costume d’epoca – parteciperanno ad una cena-degustazione alla presenza del nobiluomo o della nobildonna che racconterà ai commensali aneddoti e curiosità sul cibo che stanno mangiando. Il Castello con il desco si rivela, dunque, la casa dei personaggi che lo hanno abitato, dimora della memoria.

Sabato 16 settembre 2017 alle 20.30, “A cena con Obizzo Pallavicino, al tempo di Matilde di Canossa la Gran Contessa”: si racconta la storia della Rocca di Fontanellato, prima che la nobile famiglia Sanvitale ne prendesse possesso per Cinquecento anni, quando un’altra dinastia governava nel territorio, i Pallavicino. La Rocca ha origini che si collocano nel Medioevo e più precisamente nel 1124 quando i Pallavicino costruirono la prima torre a scopo difensivo. Cosa accadeva al tempo di Matilde di Canossa, nel parmense e a Fontanellato in particolare?

Il menù della serata comprende: pane con salumi e formaggi, tortino di riso con ragù di manzo, pollo colorato (con composta di piselli, amarene e fichi), torta di frutta, acqua e vino. Costo della serata € 36,00 adulti – € 30.00 bambini dai 4 agli 11 anni. Prenotazione obbligatoria. L’evento si svolge anche in caso di maltempo.

Arte e Cibo

Se la visita guidata è spritz, i visitatori potranno vivere un luogo d’arte abbinando un piacevole percorso in uno straordinario castello arredato al rito dell’aperitivo del sabato sera: in occasione del mese dedicato alla Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, la Rocca Sanvitale di Fontanellato – Bandiera Arancione del TCI – organizza “Castle Spritz” un aperitivo speciale, nel loggiato nord del maniero. E’ un modo di stare in relax, conoscere altre persone in un ambiente speciale ed esclusivo, dove non si va a fare l’aperitivo tutti i giorni. E per i bambini gustose bevande e stuzzichini…tutto rigorosamente arancione! Costo dell’evento € 18,00, adulti € 10,00. Prenotazione obbligatoria. L’evento si svolge anche in caso di maltempo.

Natura e Cibo

In Rocca a Fontanellato, alla scoperta del piccolo giardino, della Camera Ottica, l’unica ancora in funzione oggi in Italia e dell’Affresco del Parmigianino. Domenica 24 settembre, alle ore 16, è in programma un evento speciale nell’ottocentesco giardino pensile della Rocca Sanvitale di Fontanellato – sede del circuito Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – abbinata al classico “Tè delle cinque con pasticcini” alle ore 17 alla maniera dei nobili che vissero secoli fa nel castello. E per i bambini lo speciale angolo del Tè con il Cappellaio Matto!

In occasione di “Vivi il Verde” promosso da Ibc Regione Emilia-Romagna e Castelli del Ducato di Parma e Piacenza si andrà alla scoperta del piccolo ma suggestivo giardino pensile dedicato a Flora dal quale si accede alla Camera Ottica, l’unica ancora in funzione oggi in Italia. Il percorso comprende la visita all’Affresco del Parmigianino, alla Camera Ottica e al Giardino Pensile. Prenotazione obbligatoria: rocca@fontanellato.org – tel. 0521.829055. Costo: 15 Euro adulti, 10 Euro bambini dai 4 agli 11 anni.

Arte e Cibo

La maestosità di una nobile ed elegante signora del Rinascimento in grado di ammaliare ogni età, la modernità di food truck selezionati ricchi di tipicità, 22 diversi assaggi di prelibatezze in un ricco apericena, la voglia di stare insieme delle persone. Il Museo Rocca Sanvitale di Fontanellato e Giorgione’s Catering e Banqueting di Varano de’ Melegari propongono un nuovo modo di visitare un monumento importante come la Rocca Sanvitale di Fontanellato (Parma) sede del Circuito Castelli del Ducato: viverla, cioè, in uno stretto connunbio tra arte e cibo trasformando per una sera l’antica corte d’onore nel set di un trendy “DinnerTruck al Castello”, prima edizione.

Chi sceglierà di entrare nel maniero sabato 30 settembre dalle ore 19 e visitare l’Affresco del Parmigianino troverà una speciale cena a buffet itinerante abbinata a diversi punti food truck. Ci si sposterà di tappa in tappa in un viaggio enogastronomico ideale per tutti i gusti: ci sarà il Menù delle Tipicità con ghiotti antipasti, vini del territorio, succhi di frutta; saranno protagonisti il Parmigiano Reggiano di collina, 24 mesi da scagliare, con i salumi tagliati al momento tra i quali Fiocco di Culatello, Coppa di Parma Igp, Salame di Felino Igp, Crudo di Parma Dop 24 mesi, treccione di pane artigianale.

Al truck degusterete Torta Fritta, Polpette del Castello, Fiori di Zucca pastellati. Molto ricco l’angolo delle verdure con sfogliatine salate ripiene, melanzane alla parmigiana, quiches vegetali, erbazzone emiliano, insalatina di riso rosso. Il buffet si fa tiepido con la pasta di grano duro con pomodorini freschi e basilico e piccoli medaglionidi suino bianco in carpione con riduzione di Malvasia e cipolle rosse. Per tutti gran finale con un “Dolce Arrivederci” arricchito dalle torte della tradizione, mousse di yogurt ai frutti rossi, tiramisù classico, mousse al cioccolato, caffè. Costo: € 40.00 a persona; bambini da 4 a 11 anni € 20.

Il biglietto di ingresso comprende l’accesso a tutte le proposte enogastronomiche servite e la visita libera all’Affresco del Parmigianino e alla Sale del piano terra della Rocca. Chi volesse visitare anche il piano nobile del maniero e lo Stendardo della Beata Vergine del Rosario deve prenotare (con la maggiorazione di 4 Euro) la visita delle ore 18.30 del 30 settembre che consente poi l’accesso all’evento “DinnerTruck al Castello”. Prenotazione obbligatoria fino alle ore 17 del 30 settembre 2017. L’evento si svolge anche in caso di maltempo.

Quando l’arte nel silenzio è voce

Piccola, raccolta, intima. E’ la Saletta di Diana e Atteone, affrescata nel 1523 dal ventenne Parmigianino nel cuore della Rocca Sanvitale di Fontanellato che dall’Estate al 31 dicembre 2017 si potrà ammirare (con prenotazione obbligatoria rocca@fontanellato.org) da soli, o in coppia, seduti all’interno della stanza. Senza nessuna spiegazione di guide, senza rumori attorno, senza altre persone.

Il Museo Rocca Sanvitale dà l’opportunità unica – al di fuori dei normali orari di visita del castello e dell’affresco – di ammirare anche “in solitudine” la Camera Picta, rivivendo da soli quella sensazione che forse provava la committente Paola Gonzaga, sposa di Galeazzo Sanvitale, quando entrava all’interno di quel luogo così speciale dove meditava e rifletteva sul senso della vita attraverso le domande che le pareti affrescate pongono.

Attorno e dentro all’Affresco del Parmigianino – separato dall’appartamento comitale – si intrecciano infatti storie, nodi, ipotesi. Potrete indagarli e scoprirli da soli, osservando a lungo i dettagli delle immagini, chiudere fuori tutto il mondo circostante. E dopo un iniziale senso di sospensione, “se si ascolta, il silenzio parla”. Potrete trovare nuove ispirazioni o la Saletta di Diana e Atteone sarà per voi uno spazio contemplativo, rilassante, dove ritrovarvi. Si potrà vivere questa esperienza unica pagando un biglietto maggiorato rispetto a quello delle classiche visite guidate.

Spiegano Pier Luca Bertè Direttore del Museo insieme alle referenti Cinzia Comelli e Chiara Mulattieri: “Si tratta di un modo nuovo per valorizzare sia l’Affresco ricco di simboli, allegorie, significati sia le dimensioni della sala – cm 435 x 350 x 390 – perfette per una visione raccolta: uno stare nell’incanto dell’arte e della bellezza, un meditare su quel “Respice Finem” che campeggia sullo specchio del soffitto, e per qualcuno un ritrovare risposte o porsi nuovi interrogativi. Da soli o in coppia, i visitatori potranno fare come Paola Gonzaga, sorella della più celebre Giulia, quando entrava in questo spazio in solitudine e leggeva per immagini la fabula raccontata nel terzo libro delle Metamorfosi di Ovidio”. Una guida sarà sempre presente – discreta e silenziosa – appena fuori dalla stanza per ogni eventuale necessità dei turisti.

“L’idea è perfetta per chi ama stare parecchio tempo davanti ad un’opera d’arte da solo, per passare del tempo con se stessi o per chi vuole regalare ad una persona una esperienza speciale, unica, esclusiva. Prendetevi un momento, acquistate il vostro biglietto e andate: vi aspettiamo”.