Internet superveloce e WiFi gratuito, incontro a Montechiarugolo

Nei cinque comuni dell’Unione Pedemontana Parmense il futuro è online. A tracciare la rotta verso lo sviluppo della banda ultra larga e del WiFi pubblico gratuito, sarà Gianluca Mazzini, Direttore Generale di Lepida, l’azienda della Regione Emilia-Romagna che si occupa di progettare e realizzare lo sviluppo delle infrastrutture di telecomunicazione, durante un incontro pubblico che si svolgerà mercoledì 20 settembre alle ore 19 nel Palazzo Civico del Comune di Montechiarugolo. Oltre a Mazzini, interverranno il presidente dell’Unione Pedemontana Parmense, Elisa Leoni, il sindaco di Montechiarugolo, Luigi Buriola, e Gianluca Tesoriati, responsabile del SIA, il Servizio Informatico Associato dell’Unione.

Da anni gli amministratori dell’Unione Pedemontana puntano sullo sviluppo della rete superveloce pubblica e gratuita. Attualmente nei cinque comuni si contano 14 punti accesso al WiFi della rete Lepida, che entro il 2018 diventeranno 32 grazie al progetto presentato ad un bando regionale dal Servizio Informatico dell’ente, capace di aggiudicarsi la fornitura delle apparecchiature necessarie per tutti i 18 nuovi accessi wireless richiesti.

Ma oltre alla banda larga, l’Unione ha aderito, investendo anche risorse proprie, al progetto regionale “Pane e Internet”, che prevede corsi di alfabetizzazione digitale ed eventi gratuiti, ai quali hanno partecipato circa 500 persone. Un progetto che proseguirà quest’autunno con l’avvio di altri quattro corsi.

Importanti investimenti sono stati inoltre realizzati nello sviluppo della gestione informatizzata degli Comuni (Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo) per garantire ai cittadini servizi sempre più rapidi ed efficienti, per esempio attraverso l’unificazione degli applicativi software, al progressivo trasferimento delle infrastrutture server presso i datacenter regionali, e all’attivazione di nuovi siti internet istituzionali, più moderni e che possono essere facilmente consultati anche con tablet e smartphone.

“Continua il nostro impegno, insieme alla Regione, per completare quanto previsto dall’Agenda Digitale che abbiamo adottato – sottolinea Paolo Bianchi, sindaco di Collecchio e assessore all’Innovazione dell’ente sovracomunale –. Stiamo rispettando i tempi e tutti gli obiettivi previsti: l’alfabetizzazione informatica dei cittadini, l’utilizzo degli strumenti di e-government e la facilitazione nell’accesso ai servizi on line della Pubblica amministrazione, ad esempio per i pagamenti, e la possibilità di reperire, attraverso siti moderni e accessibili, tutte le informazioni necessarie sugli eventi, ma anche – conclude l’assessore – sulla trasparenza e sulle funzioni dell’Unione”.