Parma, la piccola Parigi (di Michele Vignali)

Mille scorci colorati a festa, dettagli neoclassici e palazzi che raccontano storie ed emozioni di tempi passati che dialogano con il presente.

Tra le tante trasversali del centro di Parma c’è Via Nazario Sauro, luogo colorato, magico, travolgente e molto parigino.

Un allure travolgente che profuma di boulevard fatti di mercatini, negozietti d’antiquariato caratteristici, negozi di vintage e abbigliamento. La nostra via rispecchia perfettamente queste caratteristiche e profuma di antico unito al nuovo con la voglia di dialogare e raccontare storie uniche.

Un luogo caratteristico di questa via è senza dubbio Galleria Borromei di Valentina, una mostra mercato di bigiotteria, accessori d’epoca, abiti da sera e pezzi vintage che raccontano perfettamente un connubio artistico tra arte e bellezza, storia e futuro creando un dialogo di alchimie colorate e creative. Un negozio che ha tante storie da raccontare racchiuse in abiti e accessori trovati in mercatini in giro per il mondo, in casa di signore perbene che rinunciano ad alcuni pezzi del passato far spazio a nuovi acquisti al passo con le tendenze del momento, oppure trovati per caso o per fortuna in pile di abiti ammucchiati in mercatini dispersi per l’Italia ma meta di cool hunter internazionali e nazionali.

Valentina Zallio, dopo un periodo di nomadismo in fiere antiquarie in Italia e all’estero dà vita a Galleria Borromei, meta di tante ragazze che desiderano un abito da principessa per festeggiare la loro maggiore età o per feste a tema. Ma non solo: collezionisti o semplici appassionati di vintage visitano la galleria per ammirare la bellezza. Negli anni Valentina ha vestito spose incantevoli con pezzi di estrema eleganza e raffinatezza, con abiti bianchi realizzati nella prima decade del Novecento, fatti interamente a mano da sarte italiane e francesi. Valentina ci dice che oggi è molto facile che le spose decidano di convolare a nozze con un abito da sposa che ha una storia, uno stile più ricercato, appartenente al passato e non comune alle spose di oggi.

Durante la nostra chiacchierata Valentina tiene a precisare che molto spesso le persone entrano con l’idea di compare un abito visto in vetrina o un gioiello ma che spesso escono con tutt’altro a cui non avrebbero mai pensato. Qui si capisce la grandezza e la magia di questo luogo, di quanto possa essere travolgente ma anche inaspettato perché non sai mai quello che puoi trovare in un angolo nascosto. La bellezza del vintage è proprio questa: quella di poter dare nuova vita a capi e accessori che altrimenti rimarrebbero chiusi negli armadi a vita.

Ammirando tutto quello che è all’interno di questo incantevole negozio mi domando: perché gli abiti non possono parlare e raccontare le loro storie precedenti? Oh, certo che lo fanno! Lasciate che la grandezza e l’opulenza soave parlino attraverso di essi.

Michele Vignali