Danno fuoco all’ex caseificio di Lesignano per otto rifugiati

La notte scorsa è stato appiccato il fuoco all’ex caseificio di San Michele Cavana nel comune di Lesignano.

La struttura, che la prossima settimana avrebbe dovuto ospitare otto richiedenti asilo all’interno di un progetto di accoglienza concordato con la Prefettura, è stata gravemente danneggiata. Le forze dell’ordine stanno indagando per individuare i responsabili.

Sconcertato il sindaco di Lesignano Giorgio Cavatorta: “È stata scritta una delle più brutte pagine nella storia di questo comune. Un atto criminale inimmaginabile. Andremo avanti con l’accoglienza, non gliela daremo vinta.”