McDonald’s punta sull’Emilia Romagna: in arrivo 150 McDelivery

McDelivery sbarca a Bologna: da oggi il servizio di consegne a domicilio di McDonald’s, già attivo a Milano, Roma, Catania e Palermo, è disponibile anche nel capoluogo emiliano.

Continua così il piano di investimenti di McDonald’s Italia in Emilia-Romagna, dove l’azienda è presente con 53 ristoranti – di cui 14 a Bologna e provincia – per un totale di circa 1.600 dipendenti.

“Ordinare e richiedere a casa il pranzo, la cena oppure un semplice spuntino non è più un evento raro: secondo l’ultima rilevazione condotta da FOCUS/MGMT il food delivery in Italia ha un mercato potenziale di 7 milioni di persone per un valore di 2,4 miliardi di Euro, con una crescita dell’11% annuo.” È il commento di Dario Baroni, Chief Marketing Officer di McDonald’s Italia. “È un trend in continua crescita non solo in Italia, ma in tutto il mondo, per questo abbiamo scelto di lanciare il servizio di McDelivery. Dopo i primi lanci a Milano, Roma e in Sicilia siamo curiosi di vedere i primi riscontri in Emilia Romagna, dove il business della home delivery è in ascesa. Il nostro obiettivo è quello di offrire il servizio nell’80% del Paese entro la fine del 2018.”

L’arrivo di McDelivery apre un nuovo capitolo nel rapporto tra i cittadini bolognesi e McDonald’s: da oggi sarà possibile ordinare il proprio menù preferito con un solo clic e farselo recapitare grazie a Glovo, partner di McDonald’s per il servizio di consegna a domicilio. Le selezioni di corrieri sono appena iniziate, e l’obiettivo di Glovo è quello di impiegarne circa 150 per garantire la massima qualità del servizio e dei prodotti, proprio come al ristorante.

Bologna diventa la quinta città italiana in cui viene lanciato il servizio; a Milano e Roma si sono aggiunte, ad ottobre, Catania e Palermo. In poco più di 4 mesi McDelivery ha fatto registrare circa 80.000 ordini.

A Bologna il servizio è disponibile in un’area dal raggio di 2 km circa da ognuno dei tre ristoranti McDonald’s in cui sarà attivo il servizio (Via Indipendenza, Piazza dell’8 Agosto, Via Stalingrado).