La Comunità di Bedonia ricorda l’ex sindaco Renato Cattaneo

Un’intera comunità, dai più giovani ai più anziani, in un incontro di studi e di ricordi, svoltosi nell’aula magna del Seminario Vescovile, che si è stretta intorno al ricordo di Renato Cattaneo, sindaco dal 1967 al 1990 di Bedonia.

Tante testimonianze, di amici e collaboratori, di studiosi, tra cui quella del consigliere regionale Alessandro Cardinali, coordinati dagli spunti del Professor Corrado Truffelli, per un intellettuale politicamente e culturalmente forte, una figura chiave per interpretare un periodo storico che ha segnato in modo profondo, sotto molti versi, la montagna parmense; Renato Cattaneo, in modo pragmatico, ha cercato con una forte azione pubblica, di contrastare il declino e lo spopolamento delle terre alte, un’enclave democristiana in una regione governata dal PCI, favorendo l’insediamento di nuovi insediamenti produttivi, come la fabbrica di ceramiche e quelle dei motori elettrici, con progetti per costruire nuove infrastrutture di servizi pubblici quali scuole, palestre e centri sportivi.

Un’azione costante, durata decenni, condotta senza mai dimenticare la dimensione intellettuale: tra le tante iniziative, lo si trova al centro del gruppo di lavoro per la nascita del Centro Studi internazionale Cardinal Casaroli e per la fondazione della Consulta Regionale per l’emigrazione, nonchè per il rilancio delle strutture museali del Seminario Vescovile di Bedonia.

L’occasione anche per ricordare anche un amico e stretto collaboratore di Renato Cattaneo, lo studioso e ricercatore Giuliano Mortali, scomparso un anno fa.