Sulle strade provinciali si rimuovono ghiaccio e piante cadute

Il Servizio Viabilità della Provincia comunica che si sta ancora lavorando per risolvere l’emergenza maltempo che ha duramente colpito il nostro territorio con neve, ghiaccio, piogge torrenziali, formazione di vetro ghiaccio, soprattutto nella fascia pedemontana sino all’Appennino.

Tutto il personale del Servizio Viabilità e anche quello delle ditte del territorio sono all’opera sulle strade provinciali, a partire dalla serata di domenica 10 dicembre, e durante tutta la notte ininterrottamente fino ad ora. Sono state attivate tutte le forze a disposizione di uomini e mezzi.

In particolare si è provveduto a spargere i sali disgelanti, e a rimuovere le lastre di ghiaccio lungo le carreggiate e le piante cadute sulle strade provinciali o pericolose per la sicurezza stradale.

La situazione è maggiormente critica nella fascia pedemontana a partire dai 400 ai 900 metri di altitudine.

Il transito è ancora particolarmente difficoltoso su diverse strade, a causa di vetro ghiaccio e interruzioni per la caduta di alberi sulla carreggiata stradale, anche se le situazioni si vanno via via risolvendo.

Interventi sono stati effettuati e sono in corso su tutte le strade interessate dall’evento, sulla SP 665R Massese, a rischio di interruzione per diverse ore sono state la SP 308R di Fondovalle taro e la SP 523R del Colle di 100 Croci; la SP 28 di Varsi è stata momentaneamente interrotta per la caduta di un albero che ha coinvolto un mezzo in transito, fortunatamente senza feriti

Da segnalare anche che ora nella fascia alta del nostro Appennino, sui passi di collegamento con le altre Province limitrofe, sono in corso piogge torrenziali che portano all’innalzamento della portata dei torrenti, mettono a rischio la stabilità dei versanti e possono provocare l’attivazione di frane.

“E’ arrivata l’allerta rossa della Protezione civile, che durerà fino alla mezzanotte di domani sera – avverte il Delegato Provinciale alla Viabilità Gianpaolo Serpagli – Raccomandiamo agli automobilisti il massimo della prudenza e di mettersi in strada solo in caso di vera necessità. Il lavoro che stanno facendo i nostri operatori su tutte le strade è grande e li ringrazio. Stiamo facendo il massimo per garantire la percorribilità delle nostre strade, anche se in alcuni casi è possibile solo a senso unico alternato. Siamo in stretto contatto con la Protezione Civile regionale, e con l’Assessore Paolo Gazzolo, che ringraziamo perché si è già resa disponibile ad aiutarci dal punto di vista delle risorse per far fronte a una spesa che si annuncia ingente.”

Nella Bassa, l’evento di piena in corso sul fiume Enza ha comportato la chiusura al traffico del Ponte a Sorbolo, per il raggiungimento dei livelli massimi ammessi; è prevista la chiusura per tutta la giornata odierna fino a domani.

La situazione viene costantemente monitorata, ed è in corso la riunione di coordinamento in comune a Sorbolo.