L’assemblea di “Parma, io ci sto!” festeggia il secondo anno

Si è svolta questa mattina presso la sede di Opem, nell’area industriale Spip di Parma, l’Assemblea degli Associati di “Parma, io ci Sto!” per presentare i risultati dei numerosi progetti sostenuti nel corso del secondo anno di attività e anticipare le azioni e i progetti per il 2018.

“Parma, io ci Sto!” nasce come iniziativa di persone con un approccio concreto e un metodo per valorizzare il territorio. Forti del patrimonio storico, enogastronomico e artistico della città, “Parma , io ci sto!” lavora per creare iniziative di eccellenza e progresso economico-sociale in sinergia con il territorio e le istituzioni. Lo scopo è attrarre investimenti, competenze e talenti attraverso il sostegno ad alcuni progetti dedicati a quattro “petali”, cioè ai quattro temi strategici simbolo delle eccellenze del territorio: Buon Cibo, Cultura, Formazione e Innovazione, Turismo e Tempo Libero.

Numerosi i progetti e le iniziative sviluppate, a partire dalla seconda edizione del Festival Verdi Off dove è stata riconfermata e ampliata la collaborazione con il Teatro Regio, con la grande attenzione per il progetto di valorizzazione della Camera della Badessa e, in fase di avanzamento per il 2018, il progetto degli Orti di San Giovanni e l’avvio del Tavolo dedicato all’Arte Contemporanea.

L’Associazione ha dato inoltre il suo sostegno alla candidatura di Parma Capitale della Cultura per il 2020 anche per la successiva definizione del piano strategico per la città, ha portato avanti il progetto Food Farm 4.0 e definito un progetto pilota per l’alternanza scuola-lavoro.

“Siamo giovanissimi: in meno di due anni di attività siamo riusciti a mettere in moto dei meccanismi per riuscire a fare sistema e a far fare squadra agli attori di questo territorio.  – Ha commentato Alessandro Chiesi, Presidente dell’Associazione – Da 96 siamo passati a 104 associati: il 2017 e stato l’anno del fare, del raccontare e del costruire, le idee hanno preso forma e i progetti sostanza.”

Paolo Andrei, neo Rettore dell’Università di Parma, ha aggiornato l’Assemblea sullo stato dell’arte del Food Project di cui Parma, io ci sto è stata uno dei primi sostenitori. L’obiettivo è che Parma possa diventare punto di riferimento per la Formazione nel settore food&drugs. L’assessore del Comune di Parma al Turismo Cristiano Casa ha sottolineato come “Parma, io ci Sto!” sia un esempio virtuoso del territorio. L’Associazione sta collaborando con l’amministrazione al progetto di city branding che parte dalla visione di Parma come capitale mondiale nel mondo della gastronomia.

L’Associazione “Parma, io ci sto!” si è costituita nel 2016 grazie a cinque soci promotori: Alessandro Chiesi, Guido Barilla, Andrea Pontremoli, l’Unione Parmense degli Industriali e Fondazione Cariparma. Dopo un primo gruppo di 150 firmatari che hanno aderito e sottoscritto il Manifesto per Parma, oggi l’associazione conta 99 soci tra imprenditori e imprese del territorio di Parma. È con l’obiettivo di creare iniziative di eccellenza e valorizzazione del territorio che “Parma, io ci sto!” seleziona e sostiene i diversi progetti dedicati ai quattro petali simbolo delle eccellenze del territorio: Buon Cibo, Cultura, Formazione e Innovazione, Turismo e Tempo Libero.