Emissioni Laminam: ancora lontane le posizioni delle parti

Sala Imbriani gremita a Borogtaro con 200 persone che si sono fermate ben oltre la mezzanotte; un momento pubblico molto partecipato, come non accadeva da tempo.

Da una parte, il Comitato “L’aria del Borgo”, l’associazione “Per il futuro delle nostre Valli”, l’opposizione in consiglio comunale, dall’altra l’Amministrazione Comunale, rappresentata dal sindaco e da una parte della giunta.

Oltre tre ore di serrato dibattito, sempre civile anche se con momenti dai toni accesi, soprattutto una guerra di numeri, di contestazioni tecniche sui modelli di diffusione dei fumi in montagna, di domande specifiche, volte a dimostrare che la situazione dell’aria, anche con i filtri, non è per niente migliorata.

Alla fine, pochissimi i punti di contatto tra le due parti, con la denuncia pubblica della continuazione dei disagi per la presenza nell’aria di sostanze maleodoranti e irritanti. La necessità di sviluppare una rete di controllo scientifico e di monitoraggio ambientale delle emissioni della ditta Laminam; la necessità di organizzare un’assemblea pubblica plenaria in cui il Comune, la AUSL e ARPAE spieghino il punto della situazione e i provvedimenti adottati per annullare i disagi; emersa la volontà di proseguire nella lotta, soprattutto su un piano politico, anche in vista delle imminenti elezioni nazionali.

Presenti, proprio per l’estendersi del problema a livelli extraterritoriali, anche due consiglieri regionali: Massimo Rainieri, Lega Nord, ormai di casa da queste parti e Yuri Torri, Sinistra Italiana: la proposta, da parte di Rainieri, appoggiata da Torri e dal Sindaco Diego Rossi, di portare avanti in assemblea regionale un emendamento by-partisan alla legge finanziaria, da approvare in aula entro giovedì prossimo, 21 dicembre, per accantonare un fondo per acquistare con massima urgenza delle attrezzature di monitoraggio e controllo dell’aria, con pubblicazione in tempo reale dei risultati.

Momenti di tensione verso al fine dell’incontro, alla richiesta di chiarimenti, rivolta al Sindaco Rossi, da parte di un cittadino, sulla presenza istituzionale o a livello personale di Sindaco e Vice Sindaco ad una cena aziendale Laminam, a tema, svoltasi nei giorni scorsi presso la sede modenese della ditta: per il Sindaco una normale e routinaria presenza istituzionale presso un’importante azienda insediatasi sul territorio. Per altri presenti, invece, un’azione inopportuna, poco chiara viste le posizioni per ora inconciliabili, in un momento particolarmente difficile della vita sociale di Borgotaro.

 

cm2000_17