Compleanno centenario alla residenza Gulli. A fare gli auguri ad Anna anche il Sindaco

Ha soffiato sulle sue cento candeline Anna Spirante. Ma ha anche ballato e brindato. All’arzilla ospite insieme al personale e ad una trentina di anziani della residenza Gulli di Asp Ad Personam, in Oltretorrente, ha voluto fare gli auguri anche il Sindaco Pizzarotti.

Per festeggiare un traguardo che pochi possono tagliare, il Comune di Parma ha conferito una medaglia alla signora Anna, consegnata dal sindaco Federico Pizzarotti. “Cento anni vanno davvero festeggiati” ha detto il primo cittadino “e fa piacere vedere la serenità e il benessere di cui godono gli ospiti del Gulli”.

Insieme a Federico Pizzarotti, il presidente di Ad Personam Marcello Mendogni, il direttore Stefania Miodini, la coordinatrice Stefania Azzali e Alessandro Chiesa della Comunità di Sant’Egidio hanno partecipato all’allegra festa in musica che ha celebrato il primo secolo di Anna.

La signora Anna – che ama farsi chiamare Rosa – abita nella residenza protetta Gulli da 21 anni, dal 1996, quando la struttura era ancora un pensionato. La sua è una storia di vita particolare.

Nata in Calabria, rimasta orfana da bambina, all’età di 14 anni venne accolta in casa dalla famiglia di un medico suo conterraneo, la famiglia Moro, come ragazza alla pari, come era in uso nei primi decenni del secolo scorso. Anna si è occupata per lungo tempo di casa Moro diventando poi la baby sitter delle due figlie dalla loro nascita. Con gli anni ha proseguito crescendo i figli di una delle sorelle Moro. Sono loro che si occupano di lei, che non ha nessun parente. Ma come ha dimostrato questo compleanno, ancora molta vivacità e amici e affetto la residenza Gulli.