Comune di Fidenza, l’assessore Bonatti si dimette

“L’assessore Fabio Bonatti si è dimesso. È il terzo assessore che lascia Massari. Il sindaco, a un anno dalle elezioni, è sempre più solo. È un dato politico importante perché vuol dire che il modo di gestire la cosa pubblica del sindaco non è più condiviso da nessuno. Ora dovrà probabilmente dare un contentino a qualche consigliere comunale incerto che premeva per ottenere quanto gli è stato promesso. Quello che preoccupa però è leggere che l’ex assessore Bonatti fa riferimento ad episodi che l’avrebbero portato alla decisione di dimettersi. La mente non può che tornare alle dimissioni di Alessia Gruzza, che aveva parlato di “pressioni politiche e minacce”. Cosa è successo? Il sindaco deve dare spiegazioni e sgombrare il tavolo da ogni dubbio. La città vuole sapere cosa sta succedendo”. Così 2, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza (Pr) commenta le dimissioni di Fabio Bonatti dall’incarico di assessore.


Ringraziamo Fabio Bonatti per il servizio che ha reso alla Comunità di Fidenza, contribuendo a risolvere col supporto di tutto il gruppo di maggioranza e della struttura amministrativa situazioni che l’assessore ha giustamente definito complesse, oltre che a scrivere insieme obiettivi che hanno permesso all’economia fidentina di ripartire su basi nuove.

Un supporto tecnico e professionale trasversale, proveniente da tutti i settori, di cui Fabio ha potuto disporre dal 2014 ad oggi e che ha davvero pochi precedenti. Giunti a questa fase del mandato, occorreva una spinta ulteriore per il raggiungimento di obiettivi importanti e all’interno di un percorso dialettico era stato chiesto a Fabio Bonatti di continuare il suo impegno concentrandosi appieno su ambiti come il Centro commerciale naturale e lo sviluppo economico che hanno rappresentato la totalità della sua missione fino ad oggi. Questo perché tutta l’Amministrazione comunale di Fidenza e la maggioranza di governo considerano Fabio Bonatti un elemento della nostra squadra e non una semplice pedina da sacrificare in uno scacchiere più ampio. Sappiamo benissimo che le stesse forze politiche che hanno dileggiato e provato a massacrare in tutti i modi e sempre con argomenti fasulli l’azione del nostro assessore, oggi hanno già iniziato la loro sceneggiata. E’ il solito vecchio gioco delle parti.

Certo, non lo nascondiamo, siamo tutti dispiaciuti per l’indicazione da parte di Fabio Bonatti di una manciata di episodi in cui il piano personale si è confuso con quello amministrativo. Ad esempio, una riunione per determinare la partecipazione ad un bando ministeriale con relativo finanziamento di un corso di aggiornamento per il tema delle Conferenze dei Servizi in ambito urbanistico. In questo modo Fabio ha offerto il fianco ai campioni del fango ma ancora una volta, come sempre abbiamo fatto in questi anni, noi sceglieremo di difenderlo.

Amministrazione comunale di Fidenza