Parma capitale della cultura cistercense

Nasce a Parma la prima guida italiana delle abbazie cistercensi dal titolo “Abbazie e Siti Cistercensi in Italia. 1120 – 2018”, che sarà presentata lunedì 18 giugno a partire dalle ore 11 nella splendida cornice dell’Abbazia di Valserena a Paradigna, dove si trova il Centro Studi e Archivio della Comunicazione (CSAC) dell’Università di Parma. Sarà anche l’occasione per il debutto ufficiale della nuova Associazione Italiana dei Siti e delle Abbazie Cistercensi (AISAC), che avrà sede proprio a Parma nei locali dello CSAC.

La pubblicazione dell’elegante volume che raccoglie notizie storiche, architettoniche e turistiche su oltre 500 tra abbazie e siti che hanno segnato la storia d’Italia, rappresenta la conclusione della prima fase del progetto “Abbazie e Siti Cistercensi in Italia”, promosso dall’Associazione culturale “Giuseppe Micheli” di Confcooperative Parma, e dal Comune di Morimondo (Mi). Grazie all’accurata ricerca della prof.ssa Silvia Testa e dell’arch. Piero Rimoldi, autori della pubblicazione, l’Italia può così rientrare a pieno titolo nel percorso delle abbazie cistercensi, già riconosciuto e finanziato dall’Unione Europea. Sono diversi gli enti e le istituzioni che hanno collaborato alla realizzazione di questa guida e all’organizzazione dell’evento: dai Comuni di Parma e Fontevivo alle Confcooperative di Parma e dell’Emilia-Romagna, dall’Università di Parma allo CSAC, passando per la Regione Emilia-Romagna e il Senato della Repubblica, fino al sostegno della Fondazione Cariparma in particolare per l’organizzazione dell’iniziativa di lunedì 18. Senza dimenticare il contributo dei monaci cistercensi e delle abbazie.

L’evento di lunedì 18 giugno inizia alle ore 11 con i saluti di Fabrizio Storti (pro rettore Università di Parma), Michele Guerra (assessore alla Cultura del Comune di Parma), Tommaso Fiazza (sindaco di Fontevivo) e Daniele Pezzali (Fondazione Cariparma). Si prosegue con la presentazione della ricerca e della guida dal titolo “Abbazie e Siti Cistercensi in Italia. 1120-2018” curata dagli autori Silvia Testa e Piero Rimoldi, che saranno presenti insieme al sindaco di Morimondo Marco Marelli. Spazio poi a Pierpaolo Franzese (referente italiano della Charte européenne des Abbayes et des Sites Cisterciens), a Padre Amedeo Parente (Priore dell’Abbazia di Chiaravalle della Colomba) e a Chiara Laghi (presidente Confcooperative – Cultura Turismo Sport Emilia Romagna). A moderare i lavori sarà Eugenio Caggiati, presidente dell’Associazione culturale “Giuseppe Micheli”.

Dopo il rinfresco, dal primo pomeriggio, sarà possibile visitare, su prenotazione, le abbazie di Valserena e (con apposito transfert) quelle di Chiaravalle della Colomba e Fontevivo.