Shopping District, Iotti (Pd): “Vengano chiariti eventuali dubbi e superati gli ostacoli burocratici”

Il progetto di Shopping District, previsto a Parma, finisce in Aula con un’interrogazione di Massimo Iotti del Partito democratico, dopo alcune obiezioni poste a livello locale.

Il consigliere ha chiesto alla giunta di fare il punto sui due progetti, uno che riguarda il centro commerciale, l’altro che riguarda il prolungamento della pista dell’aeroporto di Parma: uno in attuazione, l’altro non ancora ufficiale e non approvato. In particolare, “auspico che vengano chiariti eventuali dubbi e superati ostacoli burocratici, nel rispetto delle norme vigenti, per garantire che il finanziamento regionale previsto possa essere garantito, nell’interesse dei cittadini”.

L’assessore all’Ambiente Paola Gazzolo ha chiarito che l’area ex Salvarani, “sotto il profilo urbanistico-edilizio, come attesta il Comune di Parma, ha diritti edificatori certi e dalla data dell’avvenuta approvazione del Pua, nel dicembre 2010, e del Piano di rischio del 2012, non sono state approvate varianti che modificassero questi strumenti”. In più: “Attualmente – ha aggiunto Gazzolo – la società di gestione Sogeap ha sviluppato il Masterplan 2018-2033 – Piano di sviluppo aeroportuale. Questo Masterplan è stato sottoposto alla valutazione da parte di Enac e, sulla base di questa espressione, potrà essere predisposto il progetto da sottoporre a valutazione di impatto ambientale”.

Una risposta, questa dell’assessore Gazzolo, che ha soddisfatto il consigliere Iotti, per “la completezza dei contenuti”, visto che l’auspicio era “fare chiarezza e chiarire i dubbi emersi a livello locale”.