Pd: “No ad ampliamenti unilaterali dell’inceneritore”

​La notizia per cui IREN starebbe pensando di aumentare la quantità di rifiuti bruciati nell’inceneritore di Parma è molto preoccupante.

Il termovalorizzatore di Ugozzolo, infatti, è stato pensato in una logica di gestione responsabile dei rifiuti del nostro territorio e non in ottica di sfruttamento economico dell’impianto, che mal si concilierebbe con la vocazione agroalimentare della nostra provincia.

Per questo chiediamo alla Regione Emilia Romagna, che già si è positivamente impegnata su questo tema con l’Assessore Paola Gazzolo, e al Comune di Parma – che è socio di Iren, pur avendo diminuito il suo peso a causa della vendita di parte consistente delle azioni della multiutility – di svolgere con decisione ogni azione utile per evitare il superamento dell’attuale quota di rifiuti bruciati.

Qualsiasi eventuale modifica nella gestione dell’impianto non deve avvenire per iniziativa unilaterale di IREN, ma in accordo con le istituzioni competenti e con gli altri attori interessati del territorio.

Occorre inoltre che tutti i territori facciano responsabilmente la loro parte.

​Segreteria cittadina PD Parma