La Cucinotta madrina di Mangiacinema a Salsomaggiore

Maria Grazia Cucinotta torna a Salsomaggiore Terme 31 anni dopo la sua partecipazione a Miss Italia, che la vide classificarsi terza nel 1987. Lo fa, oggi, grazie a Mangiacinema – Festa del cibo d’autore e del cinema goloso, la cui quinta edizione si terrà nella città termale dal 26 settembre al 3 ottobre.

La bellissima attrice siciliana (che il prossimo 27 luglio festeggerà 50 anni) sarà la madrina della giornata di chiusura, protagonista di uno speciale incontro al cinema Odeon che coincide con la tradizionale festa finale della kermesse diretta dal giornalista Gianluigi Negri. Sul palco, mercoledì 3 ottobre, parlerà della sua carriera e dei suoi progetti internazionali (da “Il mondo non basta” alla produzione di “All the invisible children”), dei suoi cortometraggi da regista e della sua passione per la cucina mediterranea (e non solo). E, soprattutto, presenterà “Il postino”, pellicola amatissima dal pubblico e chiusura perfetta di Mangiacinema 2018, ricordando il grande Massimo Troisi.

IL PREMIO MANGIACINEMA – CREATORI DI SOGNI A LORENZO BARALDI E GIANNA GISSI

Nel pomeriggio del 3 ottobre lo scenografo de “Il postino” Lorenzo Baraldi (originario di Parma) e la costumista Gianna Gissi riceveranno il Premio Mangiacinema – Creatori di Sogni alle Terme Berzieri. “Sono due figure straordinarie del nostro cinema – sottolinea Negri – ed hanno storie incredibili da raccontare sulla lavorazione dell’ultimo film con Troisi e di opere come ‘Amici miei’, ‘Profumo di donna’ e ‘Il marchese del grillo’, di cui hanno firmato scene e costumi”.

LA FESTA SALSO (E FIDENZA) MILLECOLORI

Il direttore artistico Negri aggiunge: “E’ presto per svelare altri dettagli del programma, ma possiamo anticipare che, dopo l’incontro alle Terme con Baraldi e la Gissi, avremo uno speciale show cooking sulla cucina mediterranea dedicato alla Cucinotta e che, la sera, all’Odeon, per la prima volta proporremo un inedito gemellaggio goloso tra Salsomaggiore e Fidenza, tra Made in Salso e Made in Borgo”.