I testimoni di Geova a congresso: circa mille da Parma

Sono 35.000, di cui circa 1000 dalla zona di Parma, i Testimoni di Geova attesi al Mediolanum Forum di Assago nelle due date che li vedranno radunati per il consueto Meeting estivo. Dal 20 al 22 Luglio e dal 27 al 29 Luglio tramite discorsi, interviste e video basati sulle sacre scritture si svilupperà il tema: SII CORAGGIOSO!

Il Sig. Daniele Corso, membro del comitato organizzatore, spiega: “ Il programma di quest’ anno ha come obbiettivo quello di mostrare come i pratici consigli contenuti nella Bibbia possono aiutarci ad avere coraggio nell’affrontare le ansietà quotidiane migliorando così notevolmente la qualità della vita di ognuno di noi.”

I momenti più attesi sono il Discorso Pubblico di domenica mattina dal tema “La speranza della risurrezione ci dà coraggio”, il battesimo dei nuovi fedeli (sabato mattina), e il Film che verrà trasmesso la domenica pomeriggio dal titolo: “Giona. Una storia sul coraggio e la misericordia”.

Alcuni dei testimoni che parteciperanno al congresso sono persone che hanno abbandonato comportamenti deleteri sul piano personale o sociale grazie al messaggio biblico. Uno di questi è Leonardo che, concentrato unicamente sul suo desiderio di arricchire velocemente, si è ritrovato nel carcere di Parma a scontare una condanna a 20 anni. Lì viene a contatto con un ministro di culto dei testimoni di Geova, grazie al quale comincia a comprendere e apprezzare l’utilità pratica degli insegnamenti biblici. Il suo cuore è toccato e comincia la trasformazione: abbandona il linguaggio e i discorsi di un tempo, l’atteggiamento irascibile e, soprattutto, il suo chiodo fisso.

“Prima -dice Leonardo- pensavo solo a evadere o a quale sarebbe stata la mia prossima “impresa”. Poi i miei obiettivi sono cambiati e non appena sono uscito per buona condotta, invece del mio “lavoro” di un tempo, sono andato a cercare un lavoro vero! Ho lavorato per la prima volta nella mia vita e, mi sembra assurdo dirlo, ho scoperto che lavorare mi piace!” Oggi Leo è così mite che difficilmente qualcuno ricorderebbe la persona di un tempo e, da due anni, ha deciso di impiegare generosamente la maggior parte del suo tempo per aiutare quante più persone possibile a conoscere il messaggio che ha trasformato la sua vita.

Il programma, che vedrà la partecipazione di persone da Parma, da tutta la Lombardia e perfino dalla vicina Svizzera Italiana avrà inizio il venerdì e il sabato alle 9,30 e fino alle 16,50 e la domenica alle 9,30 fino alle 15,50. (Ufficio Stampa)