Decreto Dignità, Campari: “Sgravi per chi assume giovani e tornano i voucher”

“Il Decreto Dignità ha ricevuto il via libero definitivo alla conversione in legge dopo l’esame in Senato. La Lega ha introdotto numerosi emendamenti che hanno migliorato il testo originario. E’ stato un lavoro lungo e impegnativo che ha portato buoni risultati. In attesa della Pace fiscale e della Flat Tax che ridaranno ossigeno a professionisti e imprese, oltre a maggior capacità di spesa alle famiglie, abbiamo iniziato a cambiar rotta rompendo con il passato”, ha detto Maurizio Campari, senatore parmigiano della Lega.

“Tra le principali novità – ha proseguito Campari – il Decreto proroga il bonus assunzioni con uno sgravio fiscale per chi dà lavoro a giovani; abbassa il limite temporale per i contratti a tempo determinato e reintroduce i voucher nei settori dove vi era una reale necessità come colf e badanti o turismo e agricoltura”.

“Vengono introdotte sanzioni per chi delocalizza all’estero – ha aggiunto il senatore del Carroccio – che possono arrivare a quattro volte l’ammontare degli aiuti ricevuti dallo stato ed è stata prevista la possibilità per i lavoratori autonomi che vantano crediti nei confronti della P.A. di compensazione con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo”.

“Sul piano sociale – ha concluso l’esponente del partito di Salvini – è stato dato un grande segnale contro il difficile tema della dipendenza da gioco d’azzardo: è stato infatti previsto il divieto di qualsiasi forma di pubblicità relativa a giochi o scommesse con vincite in denaro, con l’obiettivo di contrastare il gioco d’azzardo patologico”.