La boxe vince “Etica ed estetica dello sport”

_
03/04/2009
h.11.30

Si terrà domenica prossima, 5 aprile, alla Reggia di Colorno la premiazione di “Etica ed Estetica dello sport”, il riconoscimento istituito dall’Assessorato allo Sport della Provincia di Parma per assegnare un tributo ufficiale a chi nel nostro territorio ha dimostrato con le proprie azioni di puntare ad un concetto etico dello sport.
Quest’anno il riconoscimento andrà alla “Boxe Parma” ma sarà la boxe in generale a essere la vincitrice. La Provincia, infatti, domenica non premierà solo l’associazione presieduta da Adriano Guareschi e guidata da Maurizio Zennoni, ma assegnerà varie benemerenze anche ad altre associazioni e ad alcuni personaggi che si sono adoperati per la divulgazione della boxe nel nostro territorio e non solo.
Alla cerimonia di premiazione di domenica saranno associate diverse iniziative.
Il primo appuntamento è fissato alle 16 quando si terrà l’incontro dal titolo “La boxe tra passato e presente”, che intende ripercorrere l’evoluzione della “Noble Art” attraverso il racconto dei personaggi di ieri e di oggi, tra storie di vita e di sport, di etica ed estetica. All’incontro interverranno Paolo Vidoz, campione europeo pesi massimi – leggeri 2006 e medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Sydney 2000 pesi supermassimi; Daniele Redaelli, caporedattore della Gazzetta dello sport; Luca Delli Carri, scrittore impegnato nella stesura di un libro sul pugilato incentrato sulla figura del campione del mondo Giacobbe Fragomeni, e Michelangelo Garofalo, medico coordinatore regionale della Federazione pugilistica italiana.
Alle 17.30, sul palco della sala Capriate della Reggia, la Provincia consegnerà il premio e le benemerenze della III edizione “Etica ed Estetica”.
A seguire, alle 18.30, sarà inaugurata l’esposizione audiovisiva “L’arte dei nobili – La boxe nella provincia italiana”, progettata dallo studio Nine9art in collaborazione con il fotografo emergente Aristos Triantafillou. La mostra è ispirata all’universo del pugilato che si muove dentro e fuori dal ring, spesso anche lontano dagli incontri spettacolari. Un viaggio d’altri tempi attraverso immagini in bianco e nero che cercheranno di rubare gesti e sguardi, momenti di puro atletismo, di vestizione e socializzazione. In sottofondo, musica, suoni e rumori permetteranno di vivere in prima persona l’atmosfera del ring e della palestra.
Durante il programma del premio “Etica ed Estestica” chi lo desidera potrà usufruire della possibilità di una visita guidata gratuita alla Reggia di Colorno.

top50_dic2018