Slow Food Valley, un ritrovo per un cammino

Un Cammino, quello della Slow Food Valley, che in questo inizio di settembre presenta 4 date consecutive toccando temi attuali ed impegnativi ma di sicuro interesse della Cittadinanza.

Questo l’elenco delle attività previste:

Domenica 06 settembre dalle 9.30 alle 18.30, Parco Cittadella

Un Ritrovo per un Cammino… nella Slow Food Valley all’interno del verde Parco della Cittadella, luogo ideale a due passi dal centro città per incontrare gli agricoltori che producono il Cibo che ci alimenta, gli artigiani del saper fare, le associazioni di volontariato.

Incontro informazione e confronto, perché “il modo in cui mangiamo determina in misura considerevole il modo in cui usiamo il mondo” (Wendell Berry).

Tante le attività previste, dal laboratorio di Aquiloni alla degustazione di thè in purezza, dal massaggio shiatsu al pane impastato a mano con dono di pasta madre, dall’esposizione fotografica con protagonista l’Appennino alla presentazione del Workshop/cantiere di restauro del Casino dei Boschi passando per le osservazioni scientifiche della biodiversità dei semi osservati al microscopio, al laboratorio di intreccio delle erbe palustri.

Punto ristoro gestito dai “Due Gatti” pizza e focacce, assaggi e degustazioni dei produttori presenti, salumi di Suino nero biologico allo stato semi brado, Parmigiano Reggiano di montagna, Testarolo di Pontremoli e Marocca di Casola Presidi Slow Food, Mostarda di Mantova e Prugna Zucchella della rete Terra Madre, Birra artigianale di RE e Vino biologico dei Colli Piacentini, Elisir di erbe officinali, Mieli ed erbe aromatiche biologiche, antiche varietà di frutta e tanta biodiversità degli orti, Gelato senz’altro e Caffè mono varietali e Presidio Slow Food, farine macinate a pietra da frumenti biologici coltivati in azienda e prodotti da forno, formaggi da 5 capre al pascolo, legumi e farro di collina, chiocciole da allevamento biologico a ciclo completo, oli extra vergine mono varietali, patate di montagna e varietà di the dal mondo, paste legumi e vini dalle Terre confiscate alle Mafie.

Artigianato con oggettistica in stoffa e da materiali di riciclo o post consumo, gioielli in carta riciclata e oggetti da cucina in ceramiche in gres.

Per ridurre l’impatto ambientale della promozione evento, i supporti cartacei sono stati ridotti a poche centinaia di locandine stampate a km0 in centro storico, con inchiostri a base acqua ecocompatibili certificati su carta riciclata.

Lunedì 07 settembre dalle 21.00 alle 23.30, sala civica Bizzozero

Il Ritrovo per un Cammino nella Slow Food Valley prosegue con il consueto appuntamento con l’approfondimento del lunedì.

Questo mese, Tavola Rotonda con dibattito “i pesticidi”.

L’autorevolezza e la preparazione degli ospiti coinvolti offre una occasione di informazione e divulgazione approfondendo un tema dibattuto, con complesse implicazioni dirette ed indirette.

Intervengono :

dott. Andrea Terron, esperto scientifico dell’unità “pesticidi” di Efsa, Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare

dott.ssa Patrizia Gentilini, onco ematologa, medico Isde, nel tavolo di lavoro “pesticidi no grazie” del CRESER, il Coordinamento Regionale per l’Economia Solidale

dott. Giovanni Legittimo responsabile della Segreteria tecnica di Demeter Italia

dott. Gian Maria Cunial dell’azienda agricola Elena, produttore dei vini biologici Vigna Cunial

modera Antonella Ferrari fiduciaria di Slow Food Parma.

Per ridurre l’impatto ambientale della promozione evento, i supporti cartacei sono stati ridotti a poche centinaia di locandine stampate a km0 in centro storico, con inchiostri a base acqua ecocompatibili certificati su carta riciclata.

Martedì 08 settembre dalle 16.00, rifugio Lagdei, Bosco di Corniglio

Il Cammino della Slow Food Valley prosegue e ritorna in appennino, accogliendo la tappa dell’alta via dei Parchi del Viaggio Verso Expo che Slow Food Emilia Romagna insieme ai Parchi del Ducato ed a chef to chef sta realizzando.

Alle ore 16.00 apertura del mercato delle produzioni tradizionali del territorio presso il giardino del Rifugio Lagdei.

Alle ore 17.00, nel giardino del Rifugio Lagdei, laboratorio “Apie e Miele” con l’apicoltrice Armanda Manghi.

Arrivo degli escursionisti che, assieme al CAI, stanno percorrendo il nostro appennino a passo d’uomo, documentando l’ambiente, il territorio, i borghi, gli agricoltori, i prodotti, i cuochi e le comunità della nostra montagna.

Alle ore 19.00 “La pecora cornigliese il territorio e l’indotto” Comizio Agrario con:

Ettore Rio Branti, dott. Alberto Sabbioni, Agata Cleri

Alle ore 20.00 cena al Rifugio Lagdei

Gli chef Alberto Bettini del ristorante trattoria “Da Amerigo” di Savigno (MO) e Rino Duca del ristorante “Il grano di Pepe” di Ravarino (MO) dell’associazione Chef to chef Emilia Romagna cuochi interpretano i prodotti dell’Emilia-Romagna. In accompagnamento i migliori vini dell’Emilia-Romagna serviti dai sommelier AIS.

Per informazioni e prenotazioni della cena:

Rifugio Lagdei: tel. 0521.889353 – info@rifugiolagdei.it – Strada Lagdei, Bosco di Corniglio (PR)

Mercoledì 09 settembre dalle 10.00, piazza Montecitorio Roma

Saremo presenti insieme a Slow Food Italia, al Movimento Legge Rifiuti Zero, ai medici di Isde e tutte le altre associazioni e movimenti che hanno aderito

a sostegno del presidio contro l’art 35 dello sblocca Italia, che tra le altre cose, trasforma gli impianti di Incenerimento rifiuti in Impianti di recupero energetico trasformandoli con la semantica in impianti di interesse nazionale per portarli a saturazione e/o incrementandone le capacità, ed avviando l’iter per la costruzione di 12 nuovi ed anacronistici impianti sul territorio nazionale.