“Migliaia di cavalli e tanti amici per il nostro team”

23/07/2009
h.12.30
Come è nata quest’avventura?

L’idea nacque assistendo alle prime gare in Italia di questa specialità. In Italia infatti è uno sport molto giovane mentre in Europa sono diversi anni che ha preso piede ed ha avuto successo. “Splendido Team” è composto da una decina di ragazzi della stessa compagnia e nessuno di noi fa lo stesso lavoro.
La grande passione per questo settore e gli ottimi rapporti tra i componenti ci hanno permesso di distribuire equamente i compiti. La nostra forza sta nel fatto che riusciamo a realizzare quasi tutto in casa abbattendo drasticamente i costi e dedicando buona parte del nostro tempo libero a questa sfida. Il gruppo è comunque aperto a tutti purchè abbiano buone idee e tanta amicizia.

Quali sono stati i principali step della vostra esperienza?

L’avventura dello “Splendido Team” cominciò nel 2001 in categoria Libero 45 con una macchina decisamente artigianale. Utilizzammo il motore di un camion, un poderoso Scania V8 opportunamente lucidato e cromato.

Splandido Team

L’impostazione del mezzo richiamò da subito quella dragster più che quella tradizionale del tractor pulling mettendo in evidenza la creatività del gruppo che lo ha contraddistinto fino ad oggi.
Ci siamo sempre mossi come potevamo, cercando di apportare continue migliorie ma senza fare il passo più lungo della gamba evitando di mettere a rischio le finanze di ciascuno di noi.
Soprattutto all’inizio, infatti, il budget era molto limitato e quindi abbiamo dovuto rifarci alla fantasia e alla parsimonia.

Avete maturato delle collaborazioni esterne?

Dovendo partire da zero ovviamente ci siamo dovuti guardare parecchio attorno per comprendere l’ambiente e le migliorie da apportare alla nostra prima macchina.
Navigando su internet e frequentando le prime gare a livello europeo ci siamo fatti un’idea precisa di ciò che volevamo ottenere e parallelamente abbiamo instaurato le prime collaborazioni con team europei che ancor oggi continuano a maturare frutti. Ad esempio per la costruzione e ottimizzazione della nostra ultima macchina.

Quando avete deciso di fare il passo verso il secondo mezzo?

Nel 2003 dopo varie migliorie sul primo trattore ci siamo resi conto dei limiti reali del mezzo che a livello di potenza non poteva rendere di più. Dopo varie discussioni siamo giunti alla decisione di fare il passo decisivo 

Pilota Splendido Team - Massimiliano Avanzini

verso il secondo mezzo che portava con sé delle importanti novità. Veniva abbandonato il diesel per fare largo, seppur controcorrente, al benzina con tutta l’imprevedibilità che ne conseguiva.
Un componente del gruppo individuò un motore molto particolare, un Continental V12 della ragguardevole cilindrata di 29361 cc. E ancor più interessante la sua provenienza: un carro armato.
Ovviamente la scelta comportò numerose modifiche anche al telaio che dovette ospitare un motore ben più pesante e voluminoso. In tempo record il team riuscì nell’impresa di montare tutto anche se i primi risultati di rilievo giunsero in seguito a numerose modifiche e migliorie.

E la concorrenza?

Abbiamo un avversario in particolare molto temibile rappresentato da un trattore nato in Romagna ma acquistato da un signore di Torino. E’ dotato di un impressionante motore di derivazione aeronautica: un Rolls Royce Griffon MK58 di ben 37000 cc ospitato precedentemente da uno Spitfire.
Un motore davvero imponente dalla potenza straordinaria. Anche di fronte a queste sfide non ci siamo mai tirati indietro e con coraggio e perseveranza abbiamo sempre studiato assieme la soluzione migliore per giungere ad una possibile vittoria.

E poi è arrivata la tanto attesa vittoria?

Siamo stati i cosiddetti “eterni secondi” per molti anni fino a quando abbiamo fatto un ulteriore salto di qualità con il terzo trattore, Sota Spirit. Questa volta abbiamo veramente dato il meglio di noi stessi con una macchina dotata di ben due motori Chevy 540ci da ben 2100 cavalli ciascuno ed un nuovo telaio completamente pensato e realizzato dallo “Splendido Motori Sota SpiritTeam” con particolari tubi in cromo-molibdeno.
E’ una macchina completamente diversa dalle precedenti dalle prestazioni decisamente superiori che ci sta dando grandi soddisfazioni. Su cinque gare disputate abbiamo conquistato quattro vittorie e speriamo di andare avanti così nel corso delle dieci gare complessive del campionato.
Purtroppo nella gara di Roreto si è verificato un imprevisto nella parte anteriore del telaio che ha ceduto quando ormai stavamo raggiungendo il traguardo. Problemi “di gioventù” che tuttavia non ci hanno impedito di rimediare al danno e rimetterci prontamente in pista per la gara successiva.
I risultati del campionato in corso sono giunti inaspettati in quanto una macchina nuova e soprattutto non testata sul campo può riservare spiacevoli sorprese. Infatti il nostro limite principale consiste nell’impossibilità di testare il mezzo con una slitta regolamentare, ossia con un peso progressivo. Per questo ogni gara, rappresenta in qualche modo un’incognita.

Avete progetti per il futuro?

Certamente. Il nostro obiettivo è quello di partecipare al campionato europeo ma per arrivare a tanto occorre apportare ulteriori modifiche all’attuale trattore. Vorremmo partecipare nella categoria Libero 25 che ci consentirebbe di gareggiare con due motori all’altezza della concorrenza.
Non ci sono limiti di cilindrata ma solo di peso rappresentato dal nome della categoria. Attualmente il nostro mezzo pesa un quintale in più del dovuto e dovremo trovare il modo di alleggerirlo sensibilmente per poter rientrare nei limiti consentiti.

Come sono i rapporti tra i diversi team?

Questo è un argomento molto particolare. Infatti una volta terminata la gara ci troviamo tutti insieme indipendentemente dai risultati attorno ad una tavola ad assaporare salumi e buon vino. Anche per questo motivo siamo un team molto ben voluto ed abbiamo ottimi rapporti con tutti.

Vuoi ringraziare qualcuno in particolare?

Desidero ringraziare tutti gli amici che ci seguono da anni e tutti gli sponsor che hanno permesso questa splendida avventura. Non solo a livello economico ma anche nella ricerca di soluzioni tecniche come ad esempio la Erg che ha realizzato apposta per noi un olio motore molto particolare che ha permesso al nostro trattore di raggiungere il massimo delle prestazioni e la tanto desiderata vittoria.

Prossimi appuntamenti:

-01 Agosto 2009 Argentera di Rivarolo (TO) nottorna
-22 Agosto 2009 Thiene (VI) notturna
-05 Settembre 2009 Gonzaga (MN) notturna
-20 Settembre 2009 San Pancrazio (PR)

Visita il sito Splendido Team