Arriva Vesta: l’abbigliamento “made in coop” per persone disabili, anziane e malate

Si chiama “Vesta” ed è una linea di abbigliamento intimo ed esterno, per uomo e donna, un po’ particolare, destinata a chi essendo anziano, malato, disabile, ha il diritto, magari anche il desiderio, di vestire in modo gradevole.

Vesta è in grado di rispondere alle difficoltà di vestizione e svestizione di persone allettate o affette da patologie come ictus, morbo di Parkinson, demenze senili, morbo di Alzheimer… ma risponde anche ai bisogni di persone con perdite di autonomie temporanee connesse ad esempio ad una caduta, ad un intervento chirurgico o semplicemente alla ricerca del massimo comfort e facilità all’indosso. Nei capi della linea Vesta sono stati studiati a tal fine particolari accorgimenti di modellatura, di allacciatura, di manutenzione, scegliendo altresì tessuti in grado di garantire traspirabilità, elasticità, indeformabilità, semplicità di lavaggio e manutenzione etc.

“Vesta” è nata a Carpi, nel modenese, su iniziativa di Loredana Ligabue, direttrice della cooperativa “Anziani e non solo” e ideatrice dei Caregiver Day regionali.

Dice Anna Muzioli, presidente di Mo.Ve., la società comune: “Quella della vestizione è la prima autonomia che si perde invecchiando. L’abbigliamento può avere un ruolo importante nel semplificare la vita all’anziano e a chi lo assiste, ma in generale a chiunque, anche temporaneamente impedito per incidente o intervento chirurgico, ha difficoltà a vestirsi”.

I capi della linea “Vesta” per ora sono acquistabili via Internet dal “negozio on-line” www.ineavesta.com, o nelle para-farmacie degli iper di Coop Estense, mentre i negozi di articoli sanitari possono ordinarli a Mo.Ve. srl su richiesta della clientela.

top50_dic2018