Il Museo Musini apre le sue collezioni anche la domenica

Il Museo del Risorgimento “Luigi Musini” apre al pubblico le sue collezioni anche la domenica, offrendo al pubblico, gratuitamente, interessanti visite guidate tematiche, mentre la biblioteca “Leoni” festeggia la primavera con laboratori tematici sulla biodiversità dedicati alle scuole.

E’ questa la novità illustrata oggi dal vicesindaco con delega alla Cultura, Alessia Gruzza, che ha spiegato come “tra le richieste inserite nel bando per la gestione della biblioteca e del museo figurava anche una nuova programmazione di attività atte a valorizzare la biblioteca e il museo e a incrementarne gli accessi. Le aperture straordinarie del Museo Musini non solo lo renderanno più attrattivo per i visitatori ma rappresentano anche un’occasione per i fidentini, che potranno riscoprire le nostre collezioni o, forse, vederle per la prima volta. Le visite guidate, inoltre, permetteranno a tutti di comprendere meglio la ricchezza e la bellezza delle nostre collezioni, che saranno valorizzate attraverso percorsi mirati. La curiosità sarà la chiave di queste iniziative per scoprire anche luoghi nascosti dell’ex convento settecentesco delle Orsoline, a partire dai suggestivi sotterranei e proseguendo di piano in piano verso le soffitte”.

Le aperture straordinarie domenicali saranno:

domenica 1 maggio: ore 10.30, visita guidata “Nullo Musini e le fotografie della Grande Guerra, alla scoperta della nuova sezione novecentesca del Museo”;

domenica 5 giugno: ore 10.30, visita guidata “La guerra di Spagna nei manifesti di propaganda: percorso inedito sul Novecento; Guernica di Picasso”;

domenica 3 luglio: ore 10.30, visita guidata “Il Risorgimento e i fidentini che vi parteciparono; l’Album dei Mille”;

domenica 4 settembre: ore 10.30, visita guidata “Nullo Musini e le fotografie della Grande Guerra, alla scoperta della nuova sezione novecentesca del Museo”;

domenica 2 ottobre: ore 10.30, visita guidata “La guerra di Spagna nei manifesti di propaganda: percorso inedito sul Novecento; Guernica di Picasso”.

Il Museo del Risorgimento sarà anche il protagonista di alcune ricorrenze speciali:

Mercoledì 20 aprile

Al mattino, “Se fossi Duca, se fossi Duchessa”: visita guidata per le scuole elementari alla Sala Maria Luigia, brevi cenni biografici sul personaggio e piccolo laboratorio in cui i bambini dovranno colorare disegni degli abiti di Maria Luigia, di Napoleone e del duca Neipperg.

Al pomeriggio, ore 17.30: “Maria Luigia e il Ducato”. In occasione del bicentenario dell’ingresso di Maria Luigia nel Ducato di Parma, visita guidata alla Sala Maria Luigia del Museo del Risorgimento, alla scoperta di un personaggio storico ancora molto amato, sulla base dei preziosi oggetti e cimeli conservati nelle teche. In particolare si parlerà anche dei benefici che l’allora Borgo San Donnino trasse da alcune scelte lungimiranti della Duchessa, tra cui la valorizzazione de “l’acqua puzza” di Tabiano. Alla fine della visita sarà regalata ai partecipanti la ricetta dei “Tortelli dolci verdi della Duchessa di Parma”, un dolce che i cuochi preparavano a Maria Luigia.

Sabato 21 maggio

In occasione della Notte dei Musei sarà possibile visitare il palazzo delle Orsoline nella sua interezza. “Cunicoli e incunaboli” (alle ore 16.30, 17.30, 18.30 e 19.30) propone visite guidate ai luoghi nascosti dell’ex convento settecentesco, a partire dai suggestivi sotterranei e proseguendo di piano in piano verso le soffitte. Passando attraverso la biblioteca e il museo sarà possibile ammirare i quadri del pittore Oreste Emanuelli, i preziosi incunaboli del Fondo Storico Librario, le mappe di età prenapoleonica.

“Dai Re alla Repubblica”: dalle ore 20.30 sarà possibile visitare gratuitamente il Museo del Risorgimento ed effettuare due visite guidate. Alle ore 21.00 “Dal Ducato preunitario di Parma e Piacenza all’Unità d’Italia (percorso risorgimentale). Alle ore 22.30 Dalla Prima Guerra Mondiale alla Resistenza (percorso novecentesco).

Lunedì 30 e martedì 31 maggio

In occasione della Festa della Repubblica, al mattino visita guidata al museo: “In attesa del lieto evento: la nascita della Repubblica”. Attraverso l’analisi dei documenti presenti al museo (si farà riferimento al codice Napoleonico, a quello del Ducato di Maria Luigia, allo Statuto Albertino), si focalizzerà l’attenzione sui diritti e doveri dei cittadini. Seguirà una “Caccia al tesoro della Repubblica”.

Venerdì 4 e sabato 5 novembre

Per celebrare la Giornata delle Forze Armate, venerdì 4 novembre dalle ore 9.00 il museo ospiterà una visita guidata per i bambini delle elementari e delle medie sulla figura dei soldati nelle guerre.

Sabato 5 novembre alle ore 21.00 si terrà: “I soldati dall’Ottocento alla Seconda Guerra Mondiale: dal granatiere al partigiano”, una visita guidata gratuita aperta a tutti che mostrerà – attraverso documenti, fotografie e armi esposti al museo – il soldato ottocentesco, il volontario garibaldino, l’artigliere della Prima Guerra Mondiale, il partigiano.