Circa metà utenti nel mondo usa telefono solo per sms e chiamate

Nel mondo quasi la metà di chi possiede un cellulare (il 47%) lo usa solo per fare telefonate e inviare sms, una percentuale che è però destinata a diminuire rapidamente nei prossimi anni, scendendo al 29% nel 2030. A dirlo è una ricerca della Gsma, l’associazione che riunisce le aziende operative nella telefonia mobile, condotta in 56 Paesi che rappresentano l’80% della popolazione mondiale.

Stando all’indagine, gli sms sono molto apprezzati anche dove è diffusa la presenza di smartphone e connessioni a internet. Complici i piani tariffari con gli sms illimitati, i messaggini sono più utilizzati delle app per chattare come WhatsApp in Francia, Belgio, Regno Unito, Portogallo, Svezia, Danimarca, Polonia, Russia, Usa, Canada e Australia.

Guardando al coinvolgimento dei cittadini, e cioè alla frequenza e alla varietà d’uso del telefonino da parte dei gli utenti, Corea del Sud e Qatar si trovano al primo posto, seguiti dagli Usa, mentre l’Italia è 17/ma. Chiudono la classifica il Congo e l’Etiopia.

Sempre in base ai dati, a livello globale il 72% dei possessori di smartphone usa il dispositivo per cercare informazioni su prodotti e servizi, ma solo il 48% lo usa anche per fare acquisti. Un dato che, dicono gli analisti, mostra l’esistenza di uno spazio di crescita per il mobile commerce. (ansa)

CM2000