Fidenza, ecco la stagione lirico sinfonica 2017-2018

26 novembre, 9 dicembre, 20 dicembre 2017, 14 gennaio, 21 gennaio 2018: sono queste le date della stagione lirico sinfonica 2017-2018 che il Gruppo di promozione musicale Tullio Marchetti e l’Amministrazione Comunale propongono per un cartellone dai titoli significativi plasmati sull’identità del teatro di Fidenza. Quel teatro, nel 1889 intitolato allo scenografo di Verdi Gerolamo Magnani, la cui inaugurazione si tenne il 26 ottobre 1861 con la rappresentazione dell’opera lirica “Il trovatore” con scenografie dello stesso Magnani.

E nella serata d’apertura, quella del 26 novembre 2017 che rappresenta l’intera rassegna, ritorna proprio “Il Trovatore” tratto dal dramma El Trovador di Antonio Garcia Gutierrez, e commissionato dapprima a Salvadore Cammarano per la riduzione librettistica e successivamente a Leone Emanuele Bardare, che ha goduto fin dalla prima rappresentazione di un grande successo come nessun’altra delle opere di Verdi. Così Verdi ritorna protagonista nel suo Borgo San Donnino di cui fu deputato per le elezioni dell’VIII Parlamento sardo, che avrebbe proclamato Vittorio Emanuele Re d’Italia diventando il primo Parlamento del nuovo stato.

UN TROVATORE MOLTO SPECIALE

Titolo impegnativo ed atteso “Il Trovatore” scelto dal Gruppo Marchetti per festeggiare i venticinque anni di ininterrotta attività da quando nel 1992, dopo due anni dalla fondazione dell’associazione, riuscì a riportare nel Teatro Magnani un’opera lirica.

Da quell’anno, con passione e determinazione, sono state rappresentate 46 opere liriche messe in scena nella loro completezza grazie al concorso di molte competenze scelte a volte nel contesto locale, a volte sulla scena nazionale ed internazionale.. E non solo produzioni operistiche, ma concerti, operette e anche un concorso per giovani scenografi.

Anche l’altra opera in cartellone costituisce una ricorrenza: il 9 dicembre 2017 sarà messo in scena “il barbiere di Siviglia”, opera che ritorna a Fidenza dopo tanti anni.

I COMMENTI

“La realizzazione di entrambi i titoli, come è stato nel passato, costituisce un esempio di campus teatrale in cui la produzione è formazione, ricerca, laboratorio – commenta l’assessore alla Cultura, Maria Pia Bariggi –. In questa accezione, sempre in divenire, la forza del progetto: orchestre di chiara fama si alternano a compagini recenti, il coro dell’Opera di Parma si avvicenda ai cori di Fidenza, artisti affermati sono affiancati da artisti emergenti. Molti di questi ultimi hanno trovato, proprio al “Magnani”, grazie al “Gruppo Marchetti” un adeguato incipit per una carriera duratura e di successo. Le collaborazioni dei grandi nomi costituiscono al riguardo la testimonianza del buon operare: Michele Pertusi, e Romano Franceschetto ne sono l’esempio. La costante e geniale presenza di Artemio Cabassi è un valore aggiunto di cui non si può fare a meno”.

Il Sindaco Andrea Massari spiega che “tre anni fa, all’inizio della nostra esperienza amministrativa, assicurammo di voler riportare il Teatro Magnani ad essere la casa dei fidentini, aprendolo a tutte le forme d’arte. Oggi penso sia sotto gli occhi di tutti quanto questo spazio prestigioso sia al centro di tutte le iniziative culturali, educative, sociali della nostra Città. Nel 2016 ha ospitato un evento ogni tre giorni. Un volume di lavoro eccezionale, In questo contesto, la stagione lirica-sinfonica alle porte è una delle programmazioni di maggior pregio che vivono al Magnani, un evento che nasce dalla competenza e dalla passione del Gruppo Marchetti e che il Comune di Fidenza è orgoglioso di supportare”

IL CALENDARIO

26 novembre 2017, ore 16,00 Il Trovatore di Giuseppe Verdi
9 dicembre 2017, ore 20,30 Barbiere di Siviglia di G. Rossini
20 dicembre 2017, ore 20,30 Grandi voci in libertà
14 gennaio 2018, ore 16,00 La vedova allegra di F.Lehar
21 gennaio 2018, ore 20,30 concerto sinfonico dell’orchestra di Padova e del Veneto