Campari (Lega): “L’Anpi di Parma ha mentito. E’ un organizzatore dell’evento che nega le Foibe. Il Presidente si dimetta”

“Sul convegno negazionista l’Anpi di Parma mente, il Comune prenda le distanze”.

Lo scrive il senatore leghista di Parma Maurizio Campari sulla sua pagina Facebook in merito alla polemica tra Matteo Salvini e l’Anpi (leggi). “

“Rispondendo alle dichiarazioni di Matteo Salvini sul vergognoso convegno revisionista e negazionista sulle Foibe che si dovrebbe tenere il 10 febbraio all’Astra di Parma, il presidente dell’Anpi provinciale Montermini ha sostenuto che la manifestazione non sarebbe negazionista e che l’Anpi non sarebbe organizzatrice, ma semplice partecipante per ascoltare. Non è così!


E’ bastata una semplice ricerca in rete di pochi minuti per verificare che nessuna delle due affermazioni è vera: sul sito ufficiale dell’Anpi (LEGGI1 LEGGI2 LEGGI3), l’associazione non solo si attribuisce da anni la paternità della manifestazione, ma addirittura la presenta come “alternativa al Giorno del Ricordo delle vittime delle Foibe’”, solennità civile della Repubblica. Ci sono persino servizi tv sulla presentazione della scorsa edizione nella sede dell’Anpi (guarda video).

Allo stesso modo in rete è facile trovare video dell’autori del convegno che negano l’esistenza stessa degli eccidi, per esempio della Foiba di Bassovizza.
Una vergogna nella vergogna, che offende la solenne ricorrenza, la città e le vittime di quelle stragi (leggi Polemica Salvini-Anpi, l’autrice del video Alessandra Kersevan è negazionista: “Nella foiba di Basovizza non è mai stato infoibato nessuno. Tutta propaganda”. VIDEO).

E’ gravissimo che un’associazione che riceve finanziamenti pubblici possa mentire in questo modo alla città. Il presidente Montermini dovrebbe dimettersi e il Comune dovrebbe rivedere la sua collaborazione con l’Anpi di Parma.

Verrà presentata un’interrogazione alla Giunta comunale in questo senso.”