“Per l’unità nell’antifascismo”: vogliamo ridare una connotazione storica alle foibe. Salvini farneticante”

Officina Popolare di Parma prende posizione nella polemica sull’incontro negazionista delle Foibe del 10 febbraio a Parma organizzato, tra gli altri, dall’Anpi di Parma (leggi) che ha visto il duro affondo del Ministro Salvini. “Un clima che il ministro degli Interni Matteo Salvini ha reso rovente, nostro malgrado” scrivono gli antifasciasti. “Le sue farneticanti dichiarazioni hanno reso Parma nuovamente protagonista della scena antifascista nazionale, questa volta sul tema foibe.

“Per l’unità dell’antifascismo” convochiamo i media per una conferenza stampa nella quale saranno illustrare le iniziative che si terranno domenica 10 febbraio.

La nostra volontà, ve lo preannunciamo, è quella di ridare una connotazione storica a quell’epoca politica tanto insanguinata e violenta, essenzialmente per mano della canaglia fascista. E’ ora di finirla con una mistificazione aberrante, operata da chi ha, per motivi elettorali e di consenso, bisogno di mentire e criminalizzare.

“Per l’unità nell’antifascismo” è il nome sotto il quale si coordinano numerose realtà antifasciste di Parma, riunitesi in assemblea nelle settimane precedenti per dare una risposta alla campagna mediatica orchestrata dall’estrema destra volta a piegare, riscrivere e strumentalizzare per fini politici la storia. “