Il teatro porta in scena la psicologia e abbatte gli stereotipi con “improvvisa-mente”

Sabato 23 Febbraio alle 21 l’Associazione culturale TraAttori, attiva da 12 anni nell’improvvisazione teatrale, porterà sul palco del WoPa Temporary di Parma in via Palermo 6, lo spettacolo “Improvvisa-Mente”: da un’idea del referente territoriale dell’ordine degli psicologi della Lombardia e patrocinato in questa occasione dall’ordine psicologi Emilia Romagna, è nato un format di successo, che vede gli attori Marcello Savi, Leonardo Cagnolati e la psicologa Caterina Gozzoli impegnati insieme a superare la paura dello psicologo, quella persona che nella credenza popolare “cura i matti”.

Obiettivo dello spettacolo, che già in passato ha riscosso il successo del pubblico di vari teatri italiani: valorizzare la figura dello psicologo, attraverso un lavoro ironico sugli stereotipi e i pregiudizi.

Lo spettacolo esplora il mondo degli psicologi in modo diverso e creativo attraverso una performance teatrale che gli attori costruiscono sulla base degli spunti del pubblico, cercando di abbattere pregiudizi e luoghi comuni associati all’esercizio della professione, tipo: “Lo psicologo potrebbe manipolare la mia mente”; “Lo psicologo è per i deboli”; “Nessuno può capire il mio dolore”; “Perché andare da uno psicologo se posso parlare con un amico?”; “Io sono fatto così…”.

Divertimento, riflessione, energia e creatività: questi gli ingredienti che i TraAttori mescolano nei loro spettacoli ispirati dai suggerimenti della sala, dove il gioco si unisce ad una totale libertà di espressione, per performance teatrali ogni volta rinnovate.

La rassegna teatrale dei TraAttori, che quest’anno ha portato ben 25 spettacoli nelle 3 città in cui è attiva la scuola (Cremona, Piacenza e Parma), si caratterizza per le cooperazioni trasversali con realtà culturali molto diverse tra loro, a creare spettacoli ogni volta diversi. Oltre a “Improvvisa-mente”, in cui psicologi e improvvisatori rompono paure e tabù, “Free”, dove il jazz incontra ed accompagna l’improvvisazione teatrale, “Mi piace il dialetto”, dove il dialetto diverte e dialoga con il teatro.

In provincia di Parma torneranno sabato 2 Marzo con l’esilarante “Hostaria, storie improvvisate al sapore diVino” che apre le sue porte per la prima volta al Teatro Verdi di Busseto.

Un estratto video dall’ultima rappresentazione di Improvvisa-Mente: https://www.youtube.com/watch?v=QicJjbcC4jk

Biglietti: 12€

CM2000