L’on. Orlando lancia il Comitato di sostegno alla Pontremolese

L’on. Andrea Orlando (Pd) ha inviato una lettera ai parlamentari, sindaci, presidenti di Provincia, Camere di Commercio, perchè aderiscano al Comitato di sostegno all’opera Pontremolese.

Nelle intenzioni di Orlando il Comitato sarà trasversale politicamente e riguarderà tutti i territori interessati, nelle loro rappresentanze politiche, amministrative, economiche e sociali.


Carissimi,

la realizzazione del Corridoio ferroviario Tirreno-Brennero rappresenta un importantissimo canale di comunicazione tra l’Italia centrale, il Mediterraneo, il Nord e il Centro Italia e l’Europa centrale. Un’opportunità per migliorare la sicurezza e ridurre l’impatto ambientale dei trasporti.

Svizzera e Austria ormai investono nello spostamento del traffico merci su ferro, in particolare al Brennero. 

La Svizzera ha realizzato il traforo ferroviario del Gottardo finanziando anche interventi su suolo italiano per il potenziamento dei terminal.

Sul lato austriaco, al Brennero, le limitazioni al transito di camion imposte dal Tirolo hanno drasticamente ridotto gli accessi su gomma.

Svizzera, Austria e Germania rappresentano la maggior parte del mercato per le merci prodotte dal nostro Paese e per quelle che arrivano nei nostri porti.

Gli attuali costi dei trasporti su gomma, peraltro, non riflettono i costi sociali derivanti dall’inquinamento, dalla congestione e dagli incidenti e, conseguentemente, non offrono i necessari incentivi per una fruizione sostenibile dei trasporti.

In tale contesto, il progetto di potenziamento della linea ferroviaria Pontremolese, con l’obiettivo di realizzare una linea a doppio binario di collegamento tra i porti tirrenici, la pianura Padana e l’Europa Centrale, malgrado sconti ancora ritardi e sotto-finanziamenti, sollecita il potenziamento generale del Corridoio. Una volta completata, o per lo meno implementata per lotti funzionali, infatti, il tracciato collegherà il tratto tirrenico alla direttrice Milano-Bologna, in corrispondenza di Parma, e le linee che portano in Veneto, efficientando gli standard di qualità del servizio, riducendo costi e tempi di percorrenza.

Dunque nel contesto internazionale il tragitto su rotaia è strategico e accrescerà le prestazioni del trasporto, non solo per le merci ma anche per i passeggeri.

Tenendo conto che la linea collegherebbe aree densamente popolate e risulterebbe al servizio di importanti comprensori turistici.
E’ decisivo che l’impulso alla realizzazione dell’infrastruttura, nella sua interezza, parta dai rappresentanti dei territori in modo coordinato, nell’interesse delle regioni interessate e dell’economia complessiva dell’Italia.

Ti chiedo per questo di aderire al comitato di sostegno all’opera che sarà trasversale politicamente e che riguarderà tutti i territori interessati, nelle loro rappresentanze politiche, amministrative, economiche e sociali.

Fai prevenire la tua adesione al mio indirizzo mail orlando_a@camera.it per poterci coordinare al meglio.

Con l’occasione ti porgo i migliori saluti,

Andrea Orlando

CM2000