“Sciopero mondiale per il Futuro” anche a Parma

Questa mattina il coordinamento locale del movimento Fridays For Future ha organizzato la manifestazione definita “Sciopero mondiale per il Futuro”, con ritrovo alle 9,30 in piazza Picelli, per poi partire con la Marcia per il Clima verso piazza Garibaldi.

“Come è accaduto in contemporanea in tutta Europa e in circa 100 Paesi e 1400 città in tutto il mondo, studenti e cittadini scenderanno in strada con Greta Thunberg. La forte preoccupazione è rivolta all’insufficienza di azioni politiche immediate e concrete per adottare l’Accordo di Parigi della COP21 e le raccomandazioni del report IPCC sull’incremento della temperatura mondiale.

Gli appelli sempre più drammatici lanciati dagli scienziati vengono sistematicamente ignorati. Il tasso di anidride carbonica in atmosfera continua ad aumentare, portando gli ecosistemi al disequilibrio con gravissime conseguenze per le future generazioni e per le altre specie. Molti sono i problemi del tutto intoccati, generati da un sistema produttivo obsoleto e basato sui combustibili fossili e su consumi non sostenibili, che non rispondono alle necessità di mantenere un ambiente vivibile.
Le alternative esistono, le tecnologie avanzano con un’accelerazione esponenziale ed oltre a fare il bene del pianeta contribuiscono alla crescita dell’economia e all’aumento consistente dei posti di lavoro.
Non ci spieghiamo come i politici di tutti i livelli non siano ancora arrivati a definire e prendere una strada chiara e definitiva verso la transizione ecologica.

Uniti nel nome della scienza, manifesteremo il nostro dissenso per le vie della città in modo completamente pacifico e senza simboli ne bandiere, solo con i nostri messaggi scritti sui cartelloni. saranno presenti molti studenti, intere classi da molti istituti cittadini e di provincia, e dall’Università. Chiederemo poi che i cartelli vengano esposti sotto i Portici del Grano, in segno di continuità e di attenzione della cittadinanza alle scelte politiche che dovranno implicare l’adozione di criteri molto piu conservativi riguardo i costi ambientali.

Ogni venerdì piazza Garibaldi sarà teatro delle mobilitazioni per il clima, alle 18, dove ha già iniziato a formarsi un tessuto per mobilitare tutti verso scelte di consumo e di stile di vita compatibili con la tutela del nostro prezioso ecosistema.

Siamo supportati dal mondo delle Associazioni e dell’Istruzione cittadina, dagli studiosi e scienziati del clima, ed intendiamo estendere le nostre collaborazioni con tutti gli interlocutori che intendono impegnarsi nella lotta ai cambiamenti climatici, siano essi singoli cittadini, associazioni o rappresentanti delle attività produttive. Ai politici che citano Greta diciamo: aspettiamo le azioni per adottare l’Accordo di Parigi come priorità nel vostro programma e la loro applicazione.
Sappiamo che non vi è altra strada da percorrere, se non quella che porta verso il futuro.

Chiara Bertogalli per il Coordinamento di Parma Fridays For Future”.

con il Partocinio del comune di Parma
aderiscono inoltre

Slow Food Parma, Manifattura Urbana, ADA onlus, WWF Parma, Legambiente Parma, Parchi del Ducato, Studenti Scienze Natura e Ambiente, Studenti della STAR e Studenti di Ecologia dell’Università degli Studi di Parma; Festival Dello Sviluppo Sostenibile, FIAB Parma, Coop EMc2, Coop Cigno Verde, Arte mgrante, Enigma

aderiranno inoltre numerosi istituti scolastici della provincia in cui si terranno lezioni a tema supportate anche dal Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano.