Eutanasia, Freddi: “I consiglieri padani hanno abbandonato il Consiglio Comunale, i loro elettori cosa ne pensano?”

Le cose accadono in politica e nella vita.

Accade anche che il gruppo consigliare della Lega a Parma, esca dall’aula durante la discussione della mozione “Sia Eutanasia”. Indifferenza sui diritti civili, indifferenza nonostante gli eventi accadano anche quando questi sono fuori dall’agenda di governo, è il caso Dj Fabo per esempio, ma chi governa deve ai cittadini il rigore delle certezze.

E se al momento si sentono solo grandi proclami, slogan e l’organizzazione di un congresso mondiale delle “famiglie”, non ci sono reali iniziative parlamentari contro il testamento biologico, il divorzio o l’aborto.
Pillon e Fontana, osannati come “grandi leader della restaurazione dei valori cristiani, contro i diritti civili” non tengono conto della realtà, della reale volontà dei cittadini, come non lo hanno fatto i “cattolici” del PD ieri ed i “cattolici” della Lega, oggi.

La proposta di legge Eutanasia Legale, proposta di legge attesa dal 74% degli italiani – secondo una recente indagine di SWG – è una opportunità politica chiara che obbliga politicamente il Parlamento a dare risposte e tutele alle persone che in determinate situazioni, vogliono accedere all’aiuto al suicidio.

Ma a differenza del M5S, la Lega non ha mai preso una chiara posizione ed al netto dei soliti slogan, vaghe promesse, giuramenti sul Vangelo, rosari branditi come spade e visioni profetiche di fantomatiche padanie bianche e cristiane, nessuna posizione è stata presa, nonostante la stragrande maggioranza degli elettori leghisti siano favorevoli alla legalizzazione dell’eutanasia e al suicidio assistito.

Gli eventi accadono, i cittadini si arrangiano come possono – come hanno sempre fatto – ma la politica ha il dovere e la responsabilità di dare risposte.
Eutanasia, aborto, divorzio, legalizzazione delle sostanze, procreazione assistita, procreazione per altri, diritto alla sessualità delle persone disabili, prostituzione, legalizzazione dell’immigrazione, libertà di ricerca scientifica e tanto altro meritano risposte vere non solo proclami di inasprimento di pene, promesse di carcere per tutto e tutti ma governo dei fenomeni.

I consiglieri padani hanno abbandonato il Consiglio Comunale, i loro elettori cosa ne pensano?

MarcoMaria Freddi
Radicale, militante di +Europa, Consigliere Comunale di Effetto Parma, Federico Pizzarotti Sindaco

CM2000