I giovani membri della lista per Fadda sindaco inaugurano lo spazio civico elettorale

La continuità nel segno della fiducia nel rinnovamento e del valore dell’esperienza, con le mani dei giovani ad aprire le porte del nuovo spazio civico e i volti dei “senatori” in platea, sorridenti nel sostenerli e incoraggiarli insieme ad oltre 50 presenti: è la fotografia dell’inaugurazione della nuova sede elettorale di “Torrile Obiettivo Comune”, la lista civica unitaria di centrosinistra a sostegno del candidato sindaco Alessandro Fadda alle amministrative 2019.

Per il terzo step di “Tempo di Futuro”, programma elettorale elaborato dalle tre forze che lo sostengono nella sua corsa – Partito Democratico, Partito della Rifondazione Comunista e Partito Socialista Italiano – e che vede nella partecipazione e condivisione con gli abitanti il proprio valore aggiunto, il candidato sindaco presenta la rinnovata sede di via 1° Maggio a San Polo, spazio civico e luogo d’ascolto con il cittadino al centro.

Fadda lascia che sia il Futuro il protagonista del pomeriggio, con i giovani candidati nelle fila di “Torrile Obiettivo Comune” a prendere la parola: Sara Pavani, Daniele Lorenzoni, Oreste Montanari, Manuel Terzi rivolgono il loro primo pensiero a Sara Finotti, volto nuovo come loro che non è potuta essere al fianco dei colleghi.

Toccano poi alcune tra le importanti tematiche di confronto di questa campagna elettorale. Nell’introduzione del proprio intervento, Pavani, 25enne educatrice in un asilo nido, sottolinea come sia “imprescindibile il confronto con tutti i cittadini, i cui spunti e idee ci restituiscono una fotografia ulteriormente più definita del nostro territorio, offrendoci soluzioni condivise e fattibili”.

Per Terzi, studente di Ingegneria Civile di 21 anni, uno degli aspetti maggiormente di rilievo è l’unità e il gioco di squadra: “Questa sede è come una casa; e casa per me significa famiglia: poter contare su tutti i suoi membri e dimostrare che loro possono contare su di te accresce i valori del senso di appartenenza e del rispetto reciproco”.

Lorenzoni, 45enne impiegato di una multinazionale, pone l’accento sulla “profonda gratitudine per quello che Torrile mi ha donato nel corso degli anni: una casa, una famiglia, un lavoro. E poiché questo luogo continua ancora oggi ad offrirmi tanto, spero di poter ricambiare quanto ricevuto contribuendo, nel mio piccolo, al suo miglioramento e alla sua crescita”.

Infine Montanari, programmatore informatico di 31 anni, dopo aver rotto il ghiaccio con una battuta, si concentra sulla valenza del collettivo: “Vivo da sempre in questo comune e credo sia giusto mettere anche le mie mani al servizio della società per riuscire tutti insieme a migliorarla”.

A chiudere è il candidato sindaco: “Esserci non basta e lo sappiamo bene; per questo abbiamo alzato ancora l’asticella della partecipazione – sottolinea Fadda – : il nostro intento è ascoltare tutti, parlare a tutti e far sì che ogni abitante dei nostri territori possa offrire il proprio contributo alla crescita e al miglioramento della vita quotidiana collettiva: questo è uno dei punti più importanti del nostro programma”.

I cittadini potranno recarsi allo spazio civico di via 1° Maggio dal lunedì al venerdì a partire dalle ore 17 e sino alle ore 20; e il sabato e la domenica dalle ore 10 alle ore 13.

CM2000