Sassuolo-Parma 0-0. D’Aversa: “Ci stiamo ricompattando nelle difficoltà”

Sassuolo-Parma 0-0

U.S. SASSUOLO CALCIO: Consigli, Demiral, Magnanelli (cap.), Matri (28′ st Babacar), Peluso, Boga, Lirola, Berardi, Ferrari, Bourabia (16′ st Sensi), Locatelli (44′ st Djuricic).
A disposizione: Pegolo, Lemos, Rogerio, Sernicola, Odgaard, Magnani, Duncan, Di Francesco, Brignola.
All.: De Zerbi.

PARMA CALCIO 1913: Sepe, Iacoponi (cap.), Dimarco, Ceravolo (33′ st Bastoni), Barillà, Scozzarella, Gazzola, Siligardi (1′ st Gervinho), Gagliolo, Rigoni (10′ st Sprocati), Kucka.
A disposizione: Frattali, Brazao, Stulac, Diakhate, Schiappacasse, Machin, Gobbi, Dezi, Kasa.
All.: D’Aversa.

Arbitro: Sig. Marco Piccinini di Forlì. Assistenti: Sig. Tarcisio Villa di Rimini e Sig. Oreste Muto di Torre Annunziata. IV Uomo: Sig. Alessandro Prontera di Bologna. V.A.R: Sig. Daniele Chiffi di Padova. A.V.A.R.: Sig. Stefano Liberti di Pisa.

Note – Calci d’angolo: 7-3. Ammoniti: Matri (S), Scozzarella (P), Ferrari (S), Dimarco (P), Sensi (S). Recupero: 6’pt, 3’st.

Al termine di Sassuolo-Parma, Mister Roberto D’Aversa ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del “Mapei Stadium”.

Ecco le sue parole:

“Questo è un punto importante per la classifica e per il morale. Il Sassuolo ha fatto meglio di noi sul piano della trama di gioco, ma abbiamo sbagliato un rigore che ci fa recriminare, se consideriamo i due cambi forzati i ragazzi hanno interpretato bene la gara nel migliore dei modi, soffrendo, hanno dato tutto“.

“Durante la settimana si è lavorato per dare continuità rispetto alla gara con il Torino anche per quanto riguarda il sistema di gioco, ovvero il 3-5-2, poi però abbiamo perso Sierralta e ho preferito adattare Kucka al nostro solito sistema di gioco, avendo anche un solo difensore centrale a disposizione come Bastoni difficilmente avremmo potuto dare continuità. Nei primi 20 minuti ha fatto meglio il Sassuolo, noi abbiamo avuto l’occasione del rigore; nel secondo tempo sia noi che loro abbiamo avuto delle occasioni: il risultato è giusto, nella trama di gioco hanno fatto meglio loro ma nella situazione nella quale eravamo non potevamo chiedere di più”.

“Quante squadre giocano con 10 italiani in campo? Non so quanti giochino con 7/11 di quelli che sono saliti dalla Serie B alla Serie A, questo dimostra che a volte si dà tutto per scontato ma quello che stanno facendo questi ragazzi va messo in evidenza, non è semplice, siamo una neopromossa: bisogna essere bravi a raggiungere il nostro obiettivo nonostante le insidie che nasconde la Serie A”.

“Nel complesso tutti hanno fatto una buona gara, avevo chiesto una partita di compattezza e di restare ordinati per poi sfruttare circostanze che gli avversari avrebbero potuto concedere. La pecca è sul rigore sbagliato ma anche dopo Ceravolo ha fatto una grande gara, non era semplice mentalmente. Abbiamo creato alcune occasioni così come hanno fatto loro e sulle quali è stato bravo Sepe. Tutta la squadra merita elogi, ci stiamo ricompattando nelle difficoltà, non subiamo gol da due gare, continuiamo a lavorare per il nostro obiettivo. I rigori li sbaglia chi ha personalità di andare dal dischetto, chi non sbaglia è chi non si presenta; Consigli inoltre sui rigori è tra i migliori“.