Concerto del 1° maggio al Parco ex Eridania: ecco il programma

L’attesa è quasi terminata: ancora pochi giorni e il Parco ex Eridania di Parma tornerà ad animarsi per l’attesissima seconda edizione del Concerto Primo Maggio, Festa dei lavoratori.

Anche quest’anno, infatti, grazie alla collaborazione tra CGIL Parma, il Gruppo Officine CGIL Parma, UdU Parma e Puzzle Organizzazione Spettacoli, e con il rinnovato patrocinio del Comune di Parma, la ricorrenza dedicata al mondo del lavoro avrà la sua degna collocazione in uno dei polmoni verdi della città, intitolato proprio al Primo Maggio, con una scaletta musicale e culturale di grande spessore. Per un evento che, dal primo pomeriggio a notte inoltrata, promette di coinvolgere, divertire, far pensare e ballare migliaia di giovani e meno giovani.

È praticamente da un anno, cioè dal giorno dopo la passata edizione, che lo staff dell’organizzazione lavora alla riuscita di un evento nato con il preciso intento di far vivere di suoni, parole, impegno e tanta colorata partecipazione quel Parco ex Eridania che sembra proprio poter diventare punto di riferimento per le celebrazioni della Festa dei Lavoratori di oggi e di domani, puntando su una varia e originale offerta musicale e culturale, con l’ambizioso intento anche di parlare di lavoro e dignità, dei diritti, ma anche di integrazione e coesione sociale, senza dimenticare affondi tematici, come quello sulla questione di genere, oggi di particolare attualità sia dentro che fuori i luoghi di lavoro.

25 componenti del gruppo Officine CGIL Parma, oltre 200 volontari tra bar, cucine, servizio d’ordine e ingressi, circa 40 tra artisti e tecnici per gli allestimenti palco: è questa la “macchina” umana messa in moto dall’entusiasmo e dalla convinzione di proporre un evento vero, non omologato, offerto alla città per generare o rinnovare condivisione e appartenza oltre che sano divertimento.

Entrando dunque nel vivo del programma, la Festa aprirà i battenti (e le cucine, quest’anno con la proposta tipica della Proloco Gattatico) a mezzogiorno, con il “Pranzo del 1° maggio Festa dei Lavoratori” insieme al Coro dei Malfattori.

Dopo il pasto, alle 13.45, nell’Area Teatro allestita ex novo per ospitare, in uno spazio separato dal palco concerti, i contributi culturali, il collettivo Wu Ming presenterà la sua ultima pubblicazione, “Proletkult” (Einaudi). A seguire lo spettacolo teatrale di Carlo Albé “L’ultima apra la porta”, con Giusy Leonardi-Singing Around e Nicola Pastori.

Durante tutta la giornata, “animata” dal visual painting dell’Associazione culturale ABC, sarà poi possibile sperimentare il surreale teatro interattivo de Le Mine Vaganti, eclettica compagnia locale tutta femminile che proporrà il tragicomico esperimento di “Woman Experience: al mio posto”. Ovvero: siamo proprio sicuri che affrontare un colloquio di lavoro nei panni di una donna non presenti qualche “sorpresa” in più che per un uomo?

Sul palco si avvicenderanno poi i diversi imperdibili gruppi in cartellone. Dopo il reading-concerto su elettroshock e follia (nel 40° della legge Basaglia) del Wu Ming Contingent, intitolato “La terapia del fulmine”, sarà la volta del rock made in Parma dei Journey to Gemini. E a seguire il freestyle, rap, hip hop di Fabio Dank, DjOver e Parmarap, passerà il microfono alla storica band parmigiana Gli Antonio Benassi, che “Putòst che stär in ca” (nome dell’ultimo album) rischierebbe certo la pioggia per il concerto del Primo Maggio. I Figli dei Fuor i, a loro stesso dire “cinque focozzoni con una perniciosa attrazione per la bella musica”, lasceranno poi il palco al rapper Claver Gold con Tmhh (Opening Act). Infine, all’inconfondibile voce del paroliere polistrumentista e produttore emergente Giorgio Poi si avvicenderà Africa Unite System of a Sound, la storica band reggae pinerolese che lo scorso anno, a causa della pioggia, non aveva potuto suonare in chiusura del concerto e che, come promesso, ritorna a Parma per scatenare il suono fino a tarda notte.

Ciliegina sulla torta, quest’anno la conduzione della festa, con ingresso libero e gratuito, sarà affidata, oltre che al collaudato Max Ravanetti, allo sfavillante Aldo Piazza, in arte Ape Regina Drag Queen.

Per il contributo all’iniziativa si ringraziano: La Contabile Spa – Affiliato Buffetti, Pace Spa, ParmaClima, Radio Bruno, SecomNet Srl Information Technology, UnipolSai Assicurazioni, Sercoop CGIL Parma.

A presentare il programma della giornata di festa, in un soleggiato e (si spera) benaugurante Parco ex Eridana, sono intervenutistamattina l’Assessore alla Partecipazione e ai Diritti dei cittadini, Nicoletta Paci, la segretaria generale CGIL Parma Lisa Gattini, Ilaria Gradella di Puzzle Organizzazione Spettacoli, e Davide Doninotti, responsabile Gruppo Officine CGIL Parma, insieme a Victoria Inioluwa Oluboyo di UdU Parma, Claudia Nizzoli per le Mine Vaganti, Leonello Viale di Radio Bruno e con gli incontenibili presentatori Ape Regina (Aldo Piazza) e Massimiliano Ravanetti.

CM2000