18 e 19 maggio: torna Maschere italiane a Parma

“Maschere italiane a Parma” torna il 18 e 19 maggio 2019 per la 8° edizione della Manifestazione vede, quest’anno, un doppio appuntamento in città! 
 
La manifestazione, in un continuo crescendo, si vede arricchita nel programma e nel parterre di maschere allegoriche, storiche, famose e meno note, tutte illustri protagoniste dell’evento, che si regaleranno con grande disponibilità al pubblico per una foto ricordo, gag, perle di saggezza ed affascinanti storie della tradizione popolare. L’evento si svolge grazie al patrocinio e co-organizzazione del Comune di Parma, Assessorato al Commercio, Turismo e Cultura. 

“Parma è un centro che riunisce tutte le maschere italiane. La manifestazione ha avuto una continua escalation dalla prima edizione del 2012 che si deve alla disponibilità del Comune e dell’Assessore Cristiano Casa e di tutte le associazioni che l’hanno sempre sostenuta (Famija Pramzana, Circolo Aquila Longhi, I nostri Borghi, Circolo Inzani, Circolo Pertini, Circolo Guareschi) e che portano a Parma momenti di divertimento, di scherzo e di cultua” ha aperto la presentazione Maurizio Trappelli  Presidente Comitato Maschere Italiane a Parma e in arte “Dsèvod”.

“Ogni anno si aggiunge un tassello a questo appuntamento parmigiano con le maschere” ha sottolineato l’Assessore Cristiano Casa “l’aspetto che prenderà forma in questa VIII edizione sarà il connubio tra la tradizione delle maschere e la corsa più bella del Paese. Un percorso virtuoso che riguarda cultura e tradizioni che vedrà sabato mattina durante la sfilata delle auto le maschere in Piazza Garibaldi”

“La prima raffigurazione umana, nelle pitture rupestri delle grotte di Lascaux, è quella di un uomo mascherato. Con coda e testa di cervo. Il mascherarsi è un rito antico che va ben oltre il solo momento del Carnevale in tutte le civiltà del mondo” ha detto Marzio Dall’Acqua curatore culturale della manifestazione. “Abbiamo in progetto di istituire e pubblicare un registro ufficiale delle maschere italiane e di chiedere il riconoscimento come Patrimonio Immateriale dell’Umanità poiché è un momento che coinvolge lo straordinario racconto culturale di tutte le maschere del Paese”

Il programma del prossimo appuntamento con le Maschere Italiane a Parma è dunque il seguente:

Anteprima della manifestazione, sabato mattina, con una delegazione di Maschere del C.N.C.M.I. “Centro Nazionale di Coordinamento Maschere Italiane” che presidierà Piazza Garibaldi salutando il passaggio delle auto della 1000Miglia.  
 
La manifestazione poi entrerà nel vivo sabato pomeriggio, alle ore 16,00 quando Il ciclone colorato e travolgente formato da maschere provenienti da ogni regione d’Italia e capitanato dallo Dsèvod, maschera tipica di Parma, partirà in sfilata dalla Pilotta per dirigersi in Piazza Duomo, attraversando Piazzale della Pace, via Melloni e via Cavour.   

Le Maschere italiane nella splendida cornice di Piazza Duomo intratterranno il pubblico per poi ripartire in sfilata alle ore 18,30 percorrendo via Cavour, piazza Garibaldi, via Mazzini, via D’Azeglio.  

Alle 21,00 sarà il momento della tradizionale “Cena con le Maschere” che quest’anno accoglierà i personaggi in costume e i cittadini che volessero passare una serata conviviale e divertente presso l’Hotel San Marco Via Emilia Ovest, 42, a Ponte Taro, Parma.  
I Buoni cena sono acquistabili presso lo IAT di Parma o direttamente dalla responsabile Gabriella Becchi telefonando al 3394380577 
 
“La maschera – ha sottolineato ancora Maurizio Trapelli “Al Dsèvod”, – coniuga la piacevolezza di uno storico spettacolo e l’utile fine di valorizzare il patrimonio culturale e sociale di un territorio; unisce cultura e spettacolo, tradizioni e storia, prodotti e produzione; collabora cioè a mantenere vivo il patrimonio culturale italiano, fatto di tradizioni popolari, di dialetti, di prodotti tipici, di bellezze architettoniche ed ambientali”.  
 
Domenica mattina le maschere raddoppiano in città e danno appuntamento alle ore 9,30 al Parco Ducale per la visita al palazzo ducale del giardino, aperto eccezionalmente per l’occasione.  
Qui le Maschere Italiane, Tradizionali ed Allegoriche, agghindate con i loro magnifici e preziosi costumi, allieteranno il Parco esibendosi in sfilate e piacevoli siparietti. 
 
Come in ogni edizione della manifestazione, le tante maschere italiane partecipanti all’evento avranno modo di scoprire e approfondire i gioielli della Città di Parma, riportando nei territori di provenienza, immagini, emozioni e prodotti tipici locali. 
 
Parma dal 2015 è sede del Centro Nazionale di Coordinamento delle Maschere Italiane. Il Centro è guidato da un Gruppo operativo composto da organizzatori ed esperti del settore e si pone l’obiettivo di sviluppare, testimoniare e valorizzare a livello nazionale la conoscenza delle maschere allegoriche e di coordinare le molteplici realtà locali, promuovendo ricerche storiche, attivando centri studi e di assistenza nel settore, evidenziando innanzi tutto l’importanza delle culture, dialetti e tradizioni che le maschere tramandano e portano con sé in tutte le loro apparizioni. Sempre domenica avrà luogo presso la Camera di Commercio l’Assemblea Nazionale con elezioni del nuovo organo direttivo.  

top50_dic2018