Comitato Parma 2020, arrivano nuovi soci

L’appuntamento di Parma 2020 si avvicina e cresce, numericamente e qualitativamente, anche il Comitato, nato con lo scopo di perseguire gli obiettivi del dossier di candidatura della città a Capitale Italiana della Cultura.

Ai tre soci Promotori (Comune di Parma, UPI e Parma io ci sto!), si sono presto affiancati Fondazione Cariparma, Fondazione Monte Parma e Ascom come Soci Fondatori.

Nel consiglio del 15 maggio sono entrati nel Comitato come soci Fondatori anche Università di Parma e P.I.U. Hotel group srl.

Ad oggi l’unico socio sostenitore è OCME, mentre crescono con costanza i soci ordinari del Comitato Parma 2020: CNA, Confartigianato–APLA, Confcooperative, Confesercenti, FIASA, GIA-Gruppo Imprese Artigiane, La Galleria, Legacoop, Rotary, Studio AGFM.

Le tante diverse e significative realtà del nostro territorio, istituzionali ed economiche, che hanno aderito al Comitato Parma 2020 concorrono a sostenere e arricchire il programma di Parma 2020, che si propone di potenziare la fruizione culturale cittadina come strumento di crescita della comunità e di inclusione sociale, sperimentando un nuovo metodo di collaborazione pubblico-privato.

Il prossimo 18 giugno è fissata l’Assemblea dei soci per l’elezione dei due rappresentanti dei soci sostenitori e un rappresentante dei soci ordinari, che siederanno nel Consiglio Direttivo presieduto dal sindaco Pizzarotti.

Sarà possibile partecipare all’elezione aderendo al Comitato entro quella data, impegnandosi al versamento di una quota annuale di 1.000 euro per i soci ordinari e 5.000 euro per i soci sostenitori.

Entrare nel Comitato significa farsi parte attiva dando il proprio contributo agli obiettivi di Parma Capitale Italiana della Cultura.