Musei del cibo: bus a 5 euro per tutti gli studenti della provincia

Raggiungere i Musei del Cibo non sarà più un problema per i ragazzi delle scuole di Parma e provincia. È stato siglato nei giorni scorsi, infatti, un accordo tra TEP e la rete museale delle eccellenze alimentari del parmense che permette agli studenti del territorio di godere di una tariffa agevolata per noleggiare servizi di trasporto dedicati con partenza dalla scuola o dalla stazione ferroviaria di Parma alle 7 sedi (situate a Polesine Parmense, Soragna, Corte di Giarola, Sala Baganza, Felino e Langhirano).

L’iniziativa ha lo scopo di favorire le visite didattiche e la conoscenza da parte dei ragazzi di quei prodotti che sono parte integrante dell’economia e della storia del nostro territorio. La convenzione con TEP annulla le disparità geografiche fra le scuole per l’accesso alle attività didattiche organizzate dai Musei del Cibo, specie per le realtà che hanno sede nelle zone più remote della provincia. Il prezzo agevolato, infatti, riduce il peso economico che i servizi di trasporto per le gite d’istruzione ha per le famiglie.

Roberto Prada, presidente di TEP, commenta: “Il ruolo sociale che TEP riveste richiede il perseguimento di obiettivi di valorizzazione del territorio. Con questa iniziativa siamo vicini alle famiglie e agli studenti per far sì che il costo dei servizi di trasporto non debba essere una discriminante per i ragazzi nella scelta delle attività didattiche.”.

Mario Marini, presidente dei Musei del Cibo, sottolinea: “La distribuzione dei Musei del Cibo sul territorio ne costituisce una caratteristica peculiare. Il territorio, anzi, è esso stesso un elemento determinante della visita e permette di comprendere meglio la specificità dei nostri prodotti di eccellenza, ma rischiava di trasformarsi in un forte ostacolo per le visite scolastiche. Grazie alla Convenzione con TEP e ad una tariffa agevolata unica, i Musei del Cibo sono oggi più vicini al mondo della Scuola e alle nuove generazioni.”.

La tariffa per il noleggio di autobus e pullman normalmente varia in base ai chilometri da percorrere e alla durata dell’impegno richiesto. Grazie all’accordo stipulato, invece, i ragazzi di qualunque scuola della provincia di Parma potranno accedere a ciascuno dei Musei del Cibo con una tariffa flat di 5 euro a testa per il noleggio di bus dedicati, qualunque sia la distanza da coprire per raggiungerli. La tariffa consente di usufruire di un pullman dedicato sia per l’andata che per il ritorno nella stessa giornata. L’accordo costituisce dunque un elemento di equità nell’accesso all’istruzione, che normalmente vede penalizzati gli istituti delle zone montane o delle aree periferiche del territorio.

Per usufruire del servizio sarà sufficiente richiederlo al momento della prenotazione della visita presso la segreteria dei Musei del Cibo. Basterà inviare una mail all’indirizzo info@museidelcibo.it con almeno 10 giorni di anticipo, specificando la data richiesta, il numero dei ragazzi da trasportare (che deve essere pari ad almeno 25 persone) e degli accompagnatori. Saranno i Musei del Cibo a prenotare tutti i servizi di trasporto necessari presso TEP.

TEP spa è l’azienda di proprietà del Comune e della Provincia di Parma (50%/50%) che gestisce i trasporti pubblici nel bacino territoriale di Parma e provincia. Nel 2018 ha trasportato circa 38,5 milioni di viaggiatori su una rete lunga oltre 2.200 km che si estende su 3.500 km2.

I Musei del Cibo sono costituiti in associazione senza scopo di lucro per la promozione e la valorizzazione, tramite le eccellenze alimentari locali, della cultura gastronomica del territorio. Con 7 diverse sedi in diverse zone della provincia, celebrano e raccontano i protagonisti dell’agro-alimentare parmense che rendono celebre la Food Valley nel mondo: Culatello di Zibello (Zibello), Parmigiano Reggiano (Soragna), Pasta e Pomodoro (Corte di Giarola), Vini dei colli di Parma (Sala Baganza), Salame Felino (Felino), Prosciutto di Parma (Langhirano).