La “Biblioteca in Rocca” di Sala Baganza incontra lo scrittore Aldo Boraschi

Sarà il giornalista e scrittore Aldo Boraschi, l’ospite d’onore del prossimo incontro della rassegna letteraria “Biblioteca in Rocca”, che si svolgerà sabato 16 novembre alle 17.30 al Circolo Anziani Ivo Vespini di Sala Baganza (P.zza Gramsci 7).

Un autore a trecentosessanta gradi, Aldo Boraschi, dalla penna acuta e versatile, capace di ironizzare, emozionare, divertire. Ma soprattutto capace di far riflettere. Come nel romanzo “La voce del Geco” edito da “I libri di Emil”, che ha riscosso il successo della critica e del pubblico, ambientato sui tetti di Lavagna. Più precisamente sul tetto del condominio dove vive Giusto, un “Barone Rampante” dell’era moderna circondato da un microcosmo di personaggi improbabili, sconfitti dalla vita. Una storia surreale, ma fino a un certo punto, tinteggiata di amore, solidarietà e amicizia, che Boraschi racconta dimostrando tutta la sua capacità di ribaltare continuamente il punto di vista del lettore.

Con la “Voce del Geco” Boraschi ha svestito con ottimi risultati i panni del giallista e intrapreso una nuova strada che quest’anno lo ha portato a dare alle stampe “L’arte della solitudine”, edito sempre da “I Libri di Emil”. Un romanzo scritto in prima persona che narra la storia di un giornalista, Sante Bruni, combattuto tra le insoddisfazioni professionali e il dolore per una mancata paternità. Un personaggio in fuga da se stesso e da ataviche domande senza risposta che, così come ne “La voce del geco”, sulla sua strada incontra Duilio e Serena, altri avanzi di un mondo che non gli appartiene più.

A presentare lo scrittore sarà il giornalista Gabriele Franzini che ha lavorato diversi anni in redazione con Boraschi a Polis Quotidiano.