Questioni di genere: da quest’anno all’Astra film che esprimono coraggio e libertà

Da martedì 3 dicembre ritorna la rassegna cinematografica ” Questioni di genere” che da quest’anno approda al cinema Astra di P.le Volta per offrire agli spettatori una sala ancor più grande e più vicino al centro della città.

Anche quest’anno il curatore della rassegna e’ Michele Zanlari che ci presenta 5 film d’autore dopo aver fatto un’oculata ricerca nel vasto panorama cinematografico e aver scelto pellicole che toccano vari ambiti del mondo LGBT . Il 3 dicembre ci sarà una doppia proiezione, infatti, si inizia alle 20.30 con il cortometraggio “Butterflies in Berlin” e per l’occasione sarà presente anche la regista, la bravissima Monica Manganelli. Nel film si raccontano i quattro passaggi attraverso i quali la vita di una persona si trasforma sia fisicamente che interiormente così come avviene con la metamorfosi delle farfalle.

A seguire sarà proiettato il bellissimo ed intenso ” Just Charlie” che parla di un ragazzo inglese, grande talento del calcio, il quale ha il desiderio segreto di volersi vestire come una ragazza. L’invito e’ rivolto ad ognuno di noi a far uscire quell’identità che portiamo dentro. Lunedì la rassegna continua con una pellicola leggera ed amara diretta da nel 2018 da Christophe Honore’ dal titolo ” Plaire, aimer et courir vite” . In questo film i due protagonisti si cercano, si trovano e si sfuggono continuamente.

Poi si prosegue sabato 14 con l’attesissimo ” Ritratto di ragazza in fiamme” e per l’occasione sarà presente la regista, la talentuosa Celie Sciamma che ci aiuterà attraverso la sua opera a scoprire quanto le strutture sociali impediscono agli individui di farsi guardare per ciò che veramente sono.

La rassegna terminerà martedì 17 sempre alle 21 con la visione di ” Gamberetti per tutti”, una commedia francese del 2019, che porterà uno sportivo, protagonista della pellicola, a vivere un’occasione straordinaria nella quale dovrà rivedere il modo di considerare gli omosessuali e tante altre cose della vita.

Tutte le pellicole saranno proiettate in lingua originale ed avranno i sottotitoli in italiano per permettere a tutti di godere e gustare appieno questi 5 capolavori. Zanlari ancora una volta ci propone un cinema che fa bene alla mente e al cuore perché ci invita ad approfondire argomenti spesso taciuti e nel frattempo ci offre occasioni di svago e di emozioni. E’ bene che il pubblico sostenga tali iniziative, perché queste pellicole non trovano quasi mai spazio nelle multisale e sui grandi cartelloni pubblicitari.

Elvis Ronzoni