Firma digitale, va sostituita la smart card 1202

Le altre notizie pubblicate oggi
(non più in homepage)
___
30/07/2010
h.13.30

La Camera di Commercio di Parma informa che dal 3 settembre non saranno più valide le smart card per firma digitale con il numero di serie che inizia con “1202…”. Questo perché nel 2009 l’allora “Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione” (Cnipa), oggi “DigitPA”, ha deliberato l’utilizzo di nuovi algoritmi matematici e nuovi formati dei dati per rendere ancora più sicure le firme digitali, a decorrere dal settembre 2010.
Tali modifiche sono compatibili con tutte le smart card e le business key distribuite dalla Camera di Commercio, ad eccezione appunto del dispositivo il cui numero di serie – riportato sulla carta stessa – inizia con 1202. Chi possiede questa carta può pertanto rivolgersi all’Ufficio di Registrazione della Camera (Servizio firma digitale) per chiedere un nuovo dispositivo alle condizioni e tariffe vigenti.
L’Ente di via Verdi ricorda che gli studi professionali potranno fare la richiesta per conto dei loro clienti solo se abilitati al servizio post-card (massimo dieci cartelline per volta): in caso contrario, il nuovo dispositivo dev’essere ritirato personalmente dal titolare della carta, munito di documento d’identità, codice fiscale e di un indirizzo di posta elettronica.
Per fornire un servizio più efficiente, la Camera raccomanda inoltre di procedere alle richieste in modo graduale, in funzione della scadenza degli adempimenti previsti: dare cioè priorità alle richieste immediatamente necessarie procedendo poi progressivamente anche dopo il 3 settembre.
Fino al 31 agosto il Servizio firma digitale della Cciaa di Parma è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 12 ed è consigliato fissare un appuntamento: 0521-210214, firma.digitale@pr.camcom.it.

top50_dic2018