Parma ricorda le foibe

08/02/2013
h.16.40

Sabato 9 febbraio dalle 17 al cinema “Astra” di Parma, organizzata dal Comitato antifascista e per la memoria storica-Parma, si terrà l’ottava edizione della manifestazione antifascista “Foibe e fascismo” alternativa alla celebrazione del “giorno del ricordo delle vittime delle foibe” del 10 febbraio.
L’iniziativa si articola in conferenza-dibattito e spettacolo teatrale. La conferenza, sui crimini dell’Italia fascista in Jugoslavia, con mostra di immagini digitale, sarà tenuta da Davide Conti, storico, ricercatore presso la Fondazione Basso di Roma, autore di pubblicazioni e libri sull’argomento.
Lo spettacolo, “Drug Gojko”, ideato dall’ANPI di Viterbo e con la regia di Elena Mozzetta, è un monologo dell’attore Pietro Benedetti che racconta la storia di Nello Marignoli (classe 1923) militare italiano sul fronte greco-albanese e l’indomani dell’8 settembre ’43 partigiano combattente nella Resistenza jugoslava.
L’ingresso è gratuito e aperto a tutti.

___

Il Comune di Parma e l’Istituzione Biblioteche celebreranno la “Giornata del Ricordo”, dedicata alle vittime delle foibe istriane (che quest’anno cade in giornata festiva), con una manifestazione indetta per venerdì 15 febbraio.
Sarà un momento di commemorazione e di approfondimento storico delle tragiche vicende del confine orientale durante il secondo conflitto mondiale e dell’atrocità delle foibe, proposto agli insegnanti, agli studenti e ai cittadini interessati, venerdì 15 febbraio 2013 alle ore 10,30, all’Auditorium di Palazzo del Governatore in Piazza Garibaldi.
Lo storico Costantino Di Sante (Università di Teramo) affronterà l’analisi della complessa vicenda dell’occupazione militare italiana della Jugoslavia durante la Seconda guerra mondiale, del conflitto con il movimento partigiano e delle atrocità perpetrate in quei luoghi e in quei tempi, per sciagura dell’uomo così facili a ripetersi.
In questo contesto tratterà il tema delle foibe, cercando di sottrarlo alla polemica pretestuosa per ricondurlo ad una dimensione storica obiettiva, solo fondamento efficace della deplorazione e della condanna.
A seguire Umberto Fabi di “Scenari Armonici” offrirà ai presenti il suo monologo “Bella e le bestie” – fiaba tragica istriana. La vicenda di Norma Cossetto, ragazza istriana di 23 anni, rapita, violentata e infoibata nel 1943, è sublimata in una storia che racconta il conflitto dell’odio e della bellezza e si conclude con un pensiero dedicato a tutte le vittime della brutalità della guerra.

___

Domenica, 10 febbraio 2013, il Coordinamento provinciale del PdL di Parma in collaborazione con la Giovane Italia di Parma, terrà una cerimonia di commemorazione alle ore 11 a Parma davanti al monumento del Milite Ignoto (incrocio tra Via Melloni, Via Cavour e Borgo Pamigianino).