“Premiato il nostro carattere”

Lombatti

25/09/2013
h.23.00

Al termine della prima vittoria stagionale Mister Donadoni analizza cosi una gara che non esita a definire “dai due volti”: “Abbiamo iniziato con un gran gol di Mesbah, talmente bello che abbiamo perso subito l’attenzione. Poi sono arrivato altri bei gol, gol meravigliosi. Noi se non ne facciamo reti strepitose non riusciamo a rubacchiare nelle aree avversarie, mentre gli altri riescono ad approfittare dei nostri errori. Poi a fine primo tempo abbiamo preso un contropiede assurdo quando poteva essere già chiuso ogni discorso. La gara andava gestita meglio, sulle marcature dobbiamo migliorare. Poi l’uscita di Amauri ha rotto ogni equilibrio. La sua e’ un’espulsione che non ci può stare, lui e’ un giocatore esperto.
Non so cosa abbia detto ma se l’arbitro ha tirato fuori il rosso avrà avuto i suoi motivi. Un’ingenuità cosi non può essere commessa. Amauri non e’ dispiaciuto. Di più! Sa di aver sbagliato ma non ci si può complicare la vita cosi…Potevamo pagare a caro prezzo la sua condotta. Invece abbiamo sofferto ma tenuto botta, il terzo gol l’abbiamo preso per un’altra disattenzione nostra, ma alla fine abbiamo chiuso bene quella che era diventata una vera e propria battaglia più che una partita”. Sul turnover operato: “Oggi in campo c’erano cinque giocatori diversi rispetto a Catania – spiega mister Donadoni – vuol dire che abbiamo una rosa che ci consente di fare cambi e avere valide alternative”. Si può fare ancora meglio in vista di Firenze?
Mi preoccupa che la partita sul 4-1 andava gestita diversamente. C’e’ ancora qualche disattenzione che va sicuramente tolta ma alla fine ai ragazzi dico: bravi. Non era facile.
La tensione per una classifica che prima della gara certo penalizzante a volte toglie lucidità e mette il freno nel fare cose che solitamente invece si farebbero. La difesa era inedita e ancora non ci sono quei sincronismi che sono fondamentali. Qualcosa abbiamo patito ma nel complesso e’ stata positiva. Il carattere della squadra e’ stato premiato”. Su Cassano: “Sono soddisfatto di quel che ha fatto Antonio: si e’ mosso molto e bene anche andato a cercar palla quando l’avevano gli avversari. Ha preso un palo e ha messo lo zampino su un paio di gol. Si – conclude il mister – questo Cassano mi piace e so che può fare ancora di più”.