A Parma si è svolto il primo Convegno del Centenario SSICA (Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari)

Lombatti

A Parma, si è svolto ieri, 22 settembre 2022, il primo dei due Convegni del Centenario della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve AlimentariSSICA – Fondazione di Ricerca sul tema “Salute, Qualità e Sicurezza delle conserve alimentari come punti di forza per lo sviluppo della Nutrizione Sostenibile”. L’incontro è stato parte della serie di iniziative svolte in occasione dei 100 anni di attività di SSICA. Il secondo si terrà ad Angri (SA) il 20 Ottobre pv dove è operativa una Unità Locale.

A fare gli onori di casa è stato il Direttore Generale SSICA, Tiziano Baggio“Il centenario cade in un contesto molto difficile, reso ancor più complesso dalla crisi economica conseguente alla prima pandemia del terzo millennio e alla guerra in Ucraina che rendono il compito di SSICA ancora più arduo e impegnativo. L’investimento in ricerca e innovazione risulta più strategico per l’industria conserviera per aumentare la competitività, conquistare nuovi mercati, difendere quelli consolidati e per rispondere alla rinnovata domanda dei consumatori anche al fine di promuovere nuovi stili di vita, esigenze in rapida evoluzione, che richiedono un settore alimentare flessibile e competitivo. In questo contesto la SSICA e la sua capacità di ricerca applicata e trasferimento tecnologico rappresentano un patrimonio e una risorsa per tradizionali e nuovi settori di riferimento.

Il suo posizionamento internazionale, attraverso pubblicazioni scientifiche, partecipazioni e accessi a fondi europei e una rete di relazioni con Università e Centri di ricerca, garantisce l’eccellenza della sua attività in una stagione epocale, nella quale più urgente si rivela la necessità di comporre, mediandone asperità ed eccellenze, l’interesse alla sicurezza alimentare, le garanzie di qualità e originalità dei prodotti e la competitività con i mercati di nuovi Paesi emergenti, non sempre in linea con gli standard di qualità degli storici prodotti italiani. 

Nonostante il difficile momento, ripercorrere questa lunga storia di impresa, tradizione e innovazione, rappresenta il necessario riconoscimento del ruolo che l’industria alimentare, e con essa SSICA, ha avuto nello sviluppo del nostro Paese”.

Gli interventi dei Responsabili delle diverse Aree e Divisioni di SSICA che si sono susseguiti nel corso della giornata, moderata dal prof. S. Porretta, Responsabile dell’Area Marketing & Consumer Science, sono stati incentrati sulle più recenti innovazioni messe a punto dai ricercatori di SSICA, anche con collaborazioni internazionali, in tema di salute, qualità e sicurezza delle conserve alimentari in un’ottica di nutrizione sostenibile. Il programma ha visto inoltre due interventi di EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) a dimostrazione dei rapporti di stima reciproca esistenti tra i due enti.

Con l’occasione è stato altresì presentato il volume del centenario della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari dal titolo “Cento anni di innovazione e passione”, contenente le ricerche più innovative e significative per l’industria agroalimentare svolte dalla SSICA nei suoi 100 anni di attività.

Nata come Ente Pubblico il 2 luglio 1922 con la missione di fornire supporto scientifico e tecnologico alla nascente industria alimentare italiana, SSICA ha svolto, per un secolo, attività di ricerca applicata, sviluppo sperimentale e presidio tecnologico, consulenza e formazione, diventando un punto di riferimento per l’industria conserviera nazionale. Attraverso la propria attività, la Fondazione di Ricerca si pone l’obiettivo di fornire risposte ai problemi generali riguardanti l’attività conserviera, intervenendo su tutta la filiera produttiva dell’agroalimentare, allo scopo di migliorarne gli standard qualitativi e di sicurezza. Tra i compiti svolti si annoverano l’assistenza alle aziende e la collaborazione con Enti pubblici e privati. Con il suo personale specializzato e con avanzati laboratori tecnologici si colloca tra le più importanti istituzioni di ricerca applicata nel settore della conservazione degli alimenti in Europa e nel mondo.

La struttura è dotata di Aree di attività Specialistiche suddivise sia per settori merceologici, che per tematiche inter-settoriali e multidisciplinari preposte principalmente al supporto delle aziende contribuenti nei settori alimentari di propria competenza. La Fondazione dispone di strumentazione scientifica, conoscenze e competenze volte a sperimentare processi tecnologici innovativi, anche attraverso produzioni “pilota di fabbrica”, ivi inclusi gli studi sui materiali e le nuove tecniche di confezionamento e imballaggio, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di sicurezza e igiene, shelf-life, nonché potenziare gli effetti nutrizionali e benefici degli alimenti stessi, per migliorarne e potenziarne anche i principi salutistici

Per maggiori informazioni: www.ssica.iteventi@ssica.it .