Io dono e tu?

Lombatti

29/11/2012

Io dono e tu? E’ la nuova campagna promozionale di ADAS Intercral Parma; la vedremo fra poco nella nostra città. “Donare potrebbe salvarti la vita” è il claim che spicca su volantini e cartelloni perché diventare donatore è una scelta importante che può cambiare la vita a malato e donatore.
E’ anche su questo che fa leva la campagna: donare è un’occasione per fare del bene e, nello stesso tempo, tenere sotto controllo la propria salute; è un check up che può portare a individuare eventuali patologie “silenti”, ai primissimi sintomi.
Il testimonial è uno sportivo d’eccezione, il nostro concittadino Matteo Modugno, campione italiano dei pesi massimi di pugilato. E i luoghi dello sport saranno quelli privilegiati nella diffusione dei materiali informativi. Depliantes nei centri sportivi e nelle palestre, ma anche locandine nei locali pubblici e manifesti nelle strade. Tutto con l’intento di fare del dono una cultura diffusa.
I donatori di Adas Intercral sono tanti e in continuo aumento, ma non bastano. Le malattie del sangue non vanno in vacanza; leucemie, talassemie, trapianti di fegato e tutte le patologie ematiche in generale, hanno continuamente bisogno di nuovi donatori.
Dalla campagna si apprende che donare è alla portata di tutti, purché fra i 18 e i 65 anni, che bastano 10 minuti, che è sempre possibile farlo presso tutti i servizi trasfusionali ospedalieri e i centri di raccolta associativi dove il personale che opera è altamente qualificato.
E la gara di solidarietà è già partita sin dalla fase ideativa della campagna. Hanno infatti regalato il tempo e competenza i soci dell’“Accademia laboratorio di fotografia artistica” e Luca Monducci che ha realizzato il servizio fotografico. Il grafico invece ha prestato il suo impegno attraverso un progetto di “lavori socialmente utili”. Queste disponibilità hanno consentito di realizzare un’iniziativa importante contenendo i costi.
La campagna ha il patrocinio della Provincia di Parma e di ADAS Provinciale.