Aimi (FI): “Basta risse tra stranieri a Parma. Occorre schierare l’esercito”

SanMartino
kaleidoscopio
lodi_maggio24
Casa Bambini

“Ieri sera in via D’Azeglio l’ennesima rissa tra stranieri. Ormai la misura è colma, la città sta precipitando in una crisi senza precedenti sul fronte della sicurezza. Per troppo tempo le sinistre hanno affermato che l’insicurezza era solo una percezione, con la conseguenza di non aver mai attuato politiche mirate per il decoro e l’ordine dei nostri centri urbani. Adesso servono i fatti, occorre l’utilizzo dell’esercito nelle zone più a rischio, controlli e perquisizioni costanti. A queste azioni va accompagnata una ferrea politica di espulsioni e respingimenti. Ora si apprende pure che l’assassino di Nizza era un tunisino sbarcato a Lampedusa. L’Italia si è trasformata nella “porta aperta” del terrorismo di stampo jihadista in Europa. Il Governo ha capito che anche questa è un’emergenza ormai da troppo tempo? Il Ministero dell’Interno batta un colpo in questo silenzio assordante”.

Così Enrico Aimi Senatore di Forza Italia, Commissario Regionale Emilia-Romagna, Commissario Provinciale Parma, Capogruppo in Commissione Esteri.

Casa Bambini
lodi_maggio24
kaleidoscopio
SanMartino