“Attualità e prospettive del fenomeno migratorio”: dibattito tra Pizzarotti e Minniti

Lombatti

Si terrà a Parma venerdì 1 febbraio alle ore 18.15 al il Cinema D’Azeglio (strada Massimo D’Azeglio, 33) il dibattito pubblico dal titolo “Attualità e prospettive del fenomeno migratorio”, promosso dal Circolo Il Borgo. Protagonisti il deputato Marco Minniti, ex Ministro degli Interni nel Governo Gentiloni, Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, e don Luigi Valentini, vicario generale della Diocesi di Parma e responsabile della Comunità di accoglienza Betania. Il dibattito sarà anticipato dal saluto di benvenuto del Presidente del Borgo Giuseppe Luciani e dalla presentazione del libro “Sicurezza è libertà” di Marco Minniti, intervistato da Stefano Pileri di Gazzetta di Parma.

Il fenomeno dei flussi migratori è epocale e come tale va governato. Alla luce del decreto Sicurezza del ministro Salvini, quali sono gli scenari futuri? Il decreto prevede la stretta sui permessi di soggiorno, abolendo la protezione umanitaria e sulla cittadinanza agli stranieri nonché la possibilità di accedere ai progetti di integrazione ed inclusione sociale, in particolare cancellando la rete dei piccoli centri (SPRAR) diffusi sui territori. Per i richiedenti asilo, invece, l’unica possibilità sarà l’accoglienza in grandi centri dedicati.

Quanto sta avvenendo in molti paesi europei, attanaglianti dall’avanzata nazionalpopulista, richiama la grande responsabilità dell’Europa che deve tornare ad affrontare la sfida unita, mettendo in campo risorse adeguate. Ricucire il dialogo con l’Europa, partendo dalla necessità di cambiare il trattato di Dublino, lavorare insieme all’ONU, che durante il governo Gentiloni ha contribuito a portare l’Unhcr in Libia, e continuare il lavoro svolto allora con i paesi di origine e di transito, sono essenziali per cercare di tornare a governare il fenomeno. L’ex ministro, rivendicando la strategia seguita nel corso del suo lavoro al Viminale, si confronterà con il sindaco Pizzarotti e con don Luigi Valentini, responsabile della Comunità Betania che accoglie anche migranti, anche per analizzare come a Parma viene oggi gestita l’accoglienza e quali sono le strategie per fronteggiare le emergenze seguite al decreto Salvini.

L’obiettivo del confronto è quello di contribuire ad individuare modelli di intervento politico e sociale capaci di ispirare politiche d’integrazione che rafforzino la coesione sociale e accrescere la consapevolezza dei cittadini sul delicato tema.